Idroclorotiazide, attenzione! Provoca tumore della pelle, l’allerta dell’Aifa (lista dei farmaci incriminati)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

PERICOLO IDROCLOROTIAZIDE- Se siete in cura con questo farmaco, consultate il vostro medico di famiglia. In fondo all’articolo la lista dei farmaci che lo contengono

Ancora allarme per un farmaco per il trattamento dell’ipertensione. Dopo il caso del Valsartan, una nota del Ministero della Salute concordata con le autorità regolatorie europee, ha messo in guardia i medici sull’uso di farmaci contenenti idroclorotiazide (HCTZ) e il rischio di tumore cutaneo non melanoma.

Secondo il Ministero, una serie di studi hanno evidenziato un aumento del rischio di tumore cutaneo non melanoma (carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule squamose) dopo esposizione a dosi cumulative crescenti di idroclorotiazide (HCTZ).

L’idroclorotiazide viene usato per trattare l’ipertensione ma anche l’edema cardiaco, epatico e nefrogeno o come terapia dell’insufficienza cardiaca cronica. Spesso è utilizzato insieme al Valsartan e ad altri principi attivi.

Il Comitato di Valutazione dei Rischi per la Farmacovigilanza (PRAC) dell’EMA ha effettuato una valutazione delle fonti disponibili.

Due recenti studi condotti su dati nazionali danesi (tra cui il Registro dei tumori Danese e il Registro Nazionale delle prescrizioni) hanno mostrato un’associazione cumulativa dose-dipendente tra HCTZ e TCNM (carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule squamose). In altre parole, l’uso di questo farmaco sensibilizza alla luce, agendo come “possibile meccanismo di sviluppo di tumore cutaneo non melanoma”.

I medici devono quindi informare i pazienti che assumono idroclorotiazide chiedendo di controllare regolarmente la pelle per individuare l’eventuale comparsa di lesioni. Inoltre, essi devono limitare l’esposizione alla luce solare e ai raggi UV e utilizzare una protezione adeguata per ridurre al minimo il rischio di cancro della pelle.

Infine, l’uso di HCTZ deve essere attentamente valutato dai medici nei pazienti che hanno avuto un precedente tumore della cute.

IDROCLOROTIAZIDE, COSA FARE

✔ Se siete in cura con questo farmaco, consultate il vostro medico di famiglia.

✔ Controllare regolarmente la cute per identificare eventuali nuove lesioni cutanee sospette.

✔ Le lesioni cutanee sospette devono essere esaminate con esami istologici.

✔ Limitare l’esposizione alla luce e utilizzare sempre la protezione solare totale.

✔ Massima attenzione soprattutto a chi ha avuto un precedente tumore della pelle.

✔ Non interrompere la terapia. Parlarne con il medico.

IDROCLOROTIAZIDE, LA LISTA DEI FARMACI

Qui la lista di tutti i farmaci al cui interno è presente idroclorotiazide.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook