Herpes labiale, come prevenirlo e farlo sparire

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Formicolio, bruciore, prurito: l’herpes labiale si preannuncia così, a tambur battente, con fastidiosi disturbi prima ancora che sulle labbra appaiano vere e proprie vesciche, in genere molto dolorose. Una gran noia, se si considera che per un po’ di giorni risulta faticoso persino muovere la bocca per parlare e che, ahinoi, anche una volta guarita la zona superficiale il virus rimane latente nel nostro organismo.

Già, perché una volta secche, le vescicole si asciugano ma il virus penetra nelle cellule nervose dell’epidermide, dove sopravvive al sistema immunitario e rimane in uno stato silente, per poi riattivarsi in determinate condizioni.
Per questo motivo l’herpes non è curabile in via definitiva. Ma rimane pur vero che lo si può prevenire in maniera molto efficace già ai primi sintomi.

Cos’è l’herpes labiale

Si tratta di un’infezione causata dal virus dell’Herpes Simplex. Responsabile per la maggioranza dei casi è l’Herpes simplex virus di tipo 1 (HSV-1), mentre l’Herpes simplex virus di tipo 2 (HSV-2) rimane per lo più associato all’infezione genitale.

La sua presenza nell’organismo, come dicevamo, può rimanere latente anche per molto tempo e, in presenza di particolari condizioni, può riattivarsi manifestandosi attraverso bollicine o lesioni sulle labbra oppure ai bordi (le lesioni possono anche formarsi su naso, mento, guance o palato, ma è meno frequente), soprattutto in periodi di stress o di affaticamento o quando le difese immunitarie sono particolarmente basse.

Il virus ha un periodo di incubazione di poco più di una settimana, dopo la quale si potrebbe avere anche febbre o faringite eritematosa. Segue poi un’eruzione vescicolare nel cavo orale e sul labbro. In un secondo momento, queste piccole vescicole si uniscono e diventano fastidiose e dolorose ulcere, presentando delle chiazze simili ad afte di colore grigio-giallastre.

Si calcola che 4 persone su 5 abbiano nel sangue anticorpi contro questo virus ovvero 4 su 5 hanno avuto durante la loro vita almeno una sintomatologia, se pure in forma del tutto silente. Si guarisce in circa due settimane, ma nel punto dove era fiorita la bolla, la pelle non torna quasi mai ben delineata. Una volta secche, le vescicole tendono ad asciugarsi, ma il virus rimane.

Come prevenire l’herpes labiale

Da una corretta alimentazione a una giusta esposizione al sole, passando per qualsiasi pratica tenga lontano nervosismo e arrabbiature: prevenire l’herpes labiale è possibile, anche facendoci aiutare da creme e lozioni specifici a base di elementi naturali. Ci vogliono calma e costanza e qualche piccolo accorgimento in più:

Poco Sole

Sapevate che un fattore che può innescare il virus e risvegliarlo dalla sua fase latente è un’esposizione eccessiva ai raggi ultravioletti? Ancora una volta, quindi, risulta chiaro che bisogna starsene sdraiati sul lettino con estrema moderazione, spalmando sempre una crema solare ed evitando scottature.

Addio stress

Lo stress e il nervosismo indeboliscono il sistema immunitario, che diventa sostanzialmente incapace di combattere i virus e altri agenti patogeni. Ma non solo: il nostro sistema immunitario può essere messo a dura prova anche da infezioni croniche o acute, da una cattiva alimentazione e dall’esposizione a sostanze tossiche.

Vitamina C

Fate incetta di vitamina C! Sono più che note le sue proprietà antivirali e di supporto per il sistema immunitario, elementi che potrebbero aiutare a prevenire anche l’infezione da herpes.

Evitare il contatto diretto con persone infette

E non utilizzare le stesse posate, gli stessi piatti, gli stessi bicchieri. Misure che costituiscono già un buon metodo per evitare il contagio delle infezioni. Evitate anche di condividere lucidalabbra, rossetto o creme per il viso.

Lavare le mani

Ormai è un mantra ed è valido sempre, anche per l’herpes labiale! Le vostre mani potrebbero facilmente entrare in contatto con la saliva o i fluidi corporei di persone affette da herpes, per cui per evitare di toccare poi involontariamente bocca e occhi è bene sempre valida la regola aurea di attenersi a una buona igiene.

Herpaso Plus!

herpaso

Arriva da A&R Pharma, l’azienda bresciana nata nel 2017 per offrire dispositivi medici antivirali a base di principi attivi naturali, Herpaso Plus: uno stick labbra studiato per la prevenzione e il trattamento precoce dell’herpes labiale recidivante. Grazie a un mix di ingredienti naturali estremamente efficaci, permette di bloccare i sintomi dell’infezione prevenendo la comparsa di lesioni cutanee e attivando una rapida rigenerazione cellulare.

Herpaso Plus, cos’è e come si usa

È un dispositivo medico in grado di bloccare subito lo sviluppo dell’infezione, ai primi fastidi e prima ancora, può prevenire il disturbo. Può essere usato come un normale burrocacao, data la sua fantastica composizione tutta al naturale, senza alcun derivato dal petrolio e Nichel-free!

È infatti a base di Gluconato di rame e Tea Tree Oil, due componenti che hanno rispettivamente azione antivirale e antinfiammatoria riducendo il numero degli episodi patologici, e in più Herpaso Plus contiene olio di jojoba, olio essenziale di melaleuca e burro di Karité, che svolgono il prezioso compito di mantenere morbida la cute proteggendola dal caldo e dal freddo eccessivi.

Si può applicare tutti i giorni per la prevenzione mentre è molto importante applicarlo 6/7 volte al giorno alla comparsa dei primi sintomi per bloccarne lo sviluppo.

In caso di esposizione al sole (non si scioglie alle alte temperature e ha fattore di protezione 15), in caso di stress e stanchezza o nel periodo mestruale per le donne, durante la stagione fredda, in caso di sovralimentazione.
Herpaso Plus è ideale per uomini e donne perché stende un film trasparente incolore sulla pelle. Infine, è completamente atossico perché non usa petrolati e può quindi essere utilizzato anche da donne in gravidanza, bambini e malati oncologici.

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook