Questo guanto hi-tech può diagnosticare il morbo di Parkinson anni prima che compaia la malattia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sempre più passi avanti si fanno nel campo della salute anche grazie all’intelligenza artificiale. È il caso di questo nuovo guanto hi-tech che si è mostrato in grado di riconoscere i primi segnali di Parkinson molti anni prima della comparsa della vera e propria malattia. Una scoperta tutta italiana.

Si tratta di un tecnologia che non è per nulla invasiva e che in futuro potrà essere estremamente utile ad individuare con largo anticipo la presenza di morbo di Parkinson con tutti i vantaggi che una diagnosi assai precoce offre, primo fra tutti la possibilità di iniziare subito una terapia.

Il guanto hi-tech, chiamato SensHand, è nato in Italia da un gruppo di ricerca dell’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa coordinato dal professor Filippo Cavallo il cui studio è stato condotto presso l’Ospedale delle Apuane di Massa e Carrara.

guanto hi tech

Il dispositivo si è mostrato in grado di misurare e analizzare i movimenti delle mani e delle braccia in modo da individuare i primi segnali della presenza della malattia che, come sappiamo, sono tremori, movimenti lenti e rigidità muscolari. Inizialmente tutti questi sintomi sono impercettibili ma non per il guanto hi-tech che può essere indossato appunto per individuarli con largo anticipo rispetto alla comparsa della malattia (si parla di addirittura 5-7 anni).

Al momento Senshand è stato sperimentato su 90 persone: 30 individui sani, 30 con iposmia idiopatica (ovvero la riduzione dell’olfatto, tipico sintomo non motorio del Parkinson) e 30 con Parkinson.

Il guanto è stato in grado di identificare i segnali precoci della malattia combinando le informazioni ricavate grazie al lavoro dei suoi sensori e incrociando i dati con un test relativo all’olfatto dei pazienti.

I risultati dell’esperimento sono stati pubblicati su Parkinsonism & Related Disorders.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook