Giornata Mondiale del Cuore: il 29 settembre test gratuiti e stand informativi in tutta Italia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono ancora la prima causa di morte in Italia e nel mondo: ogni anno le malattie cardiovascolari uccidono infatti  17,9 milioni di persone. È per questo che è necessario prenderci cura di quest’organo fondamentale per la nostra salute troppo spesso trascurato. A sensibilizzare sull’importanza di prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari ci pensa anche quest’anno la Giornata Mondiale del Cuore.

Domani, 29 settembre, il World Heart Day sarà presente in tutta Italia con test gratuiti e stand con lo slogan “Diventa un eroe del cuore“: l’occasione buona per ricevere consigli su come prevenire le malattie cardiovascolari e come cambiare stili di vita e per ricevere uno screening cardiologico completo con controllo pressione, visita cardiologica ed elettrocardiogramma.

Secondo un’indagine condotta a livello nazionale da Astra Ricerche per la Fondazione italiana per il cuore, nel nostro Paese è aumentata la consapevolezza dei danni legati al fumo attivo e passivo identificato dal 60% degli intervistati, quasi a pari merito (56%) con colesterolo, ipertensione e diabete.

Per preservare la salute del cuore, solo 1 italiano su 3 considera come fattori importanti le buone abitudini, come uno stile alimentare sano e una regolare attività fisica.

Qui trovate tutti gli eventi di domani 29 settembre.

Come prevenire le malattie cardiovascolari

Almeno nel mondo occidentale, le malattie legate al cuore sono ancora la prima causa di morte. L’obiettivo fissato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità a livello mondiale è di riuscire a ridurre del 25% i decessi prematuri causati dalle malattie cardiovascolari entro il 2025. Tutto questo agendo a livello preventivo con alcuni semplici (ma non per tutti) accorgimenti.

consigli salute cuore

Fondazione Cuore

Come? Ecco cosa possiamo fare sin da subito per prenderci cura del nostro cuore:

  • Non fumare
  • Mantenere un peso forma
  • Praticare attività fisica
  • Ridurre l’apporto di sale nella dieta e di grassi saturi
  • Mangiare ogni giorno 5 porzioni tra frutta e verdura
  • Leggere le etichette degli alimenti per capire se sono sani
  • Moderare l’alcool
  • Sottoporsi ai controlli di routine (soprattutto s superati i 40 anni)

Leggi anche:

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook