Tumore all’ovaio e due gemelli (abbracciati) in grembo. Salvati mamma e bimbi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Good News! Aveva un tumore alle ovaie, ma continua ad avere in grembo due gemelli sani. È la lieta novella che arriva da Napoli, dove una madre e i due fratellini che tuttora porta in grembo sarebbero morti al terzo mese di gravidanza se la donna non fosse stata sottoposta a un delicato intervento, unico a livello mondiale.

Alla Sanitrix del capoluogo partenopeo si è infatti svolta la prima operazione per via laparoscopica in paziente con gravidanza gemellare.

Cosa è accaduto? La donna, affetta da un tumore ovarico, presentava un quadro clinico davvero preoccupante: entrambe le ovaie in torsione, “le tube con emoperitoneo e peritonite in fase iniziale”. Una condizione che avrebbe messo in serio rischio lei e i bimbi, ponendo fine inevitabilmente alla gravidanza.

Ma grazie all’equipe guidata dal professore Ciro Perone, responsabile dell’unità di endoscopia ginecologica della clinica, la storia ha avuto un lieto fine.

Con laparoscopia (una tecnica chirurgica che prevede l’esecuzione di un intervento chirurgico senza l’apertura della parete addominale) e un visore 3D si è riusciti a rimuovere la massa tumorale e risolvere la complicanza dell’ovaio torto. I medici sono così riusciti a “salvaguardare” la tuba e l’ovaio dell’altro lato per consentire alla donna di proseguire la gestazione gemellare.

laparoscopia gemelli
Per ora non c’è nessun caso al mondo in cui un intervento laparoscopico si è effettua con una gravidanza gemellare e con torsione in entrambi i lati.
Oggi, la gestazione ha superato la fase più delicata, la mamma e i suoi piccoli stanno bene: la gravidanza prosegue regolarmente, monitorata dai medici della Sanatrix. E ora i bambini fanno il giro del web immersi in un tenero abbraccio.
Germana Carillo
L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook