Fumare provoca danni anche alla schiena

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il fumo è dannoso, ormai tutti lo sanno anche i bambini. Ma quando si parla dei rischi connessi al fumo si fa riferimento spesso al tumore ai polmoni o all’invecchiamento precoce. Ora però una nuova ricerca ha evidenziato come fumare possa provocare danni anche alla schiena.

Gli effetti dannosi del tabacco sulla schiena sarebbero dovuti all’interferenza del fumo nel Dna dei dischi intervertebrali e diventerebbero più gravi se a fumare si è iniziato fin dall’adolescenza. A questa conclusione è arrivato un team di ricerca italo-americano coordinato da Enrico Pola e Luigi Nasto dell’Università Cattolica di Roma.

Lo studio, pubblicato su The Spine Journal, è stato condotto su modello animale. Due gruppi di topi (uno sano e l’altro con problemi di riparazione del Dna) sono stati esposti a fumo cronico di sigaretta. Anche se il secondo gruppo era ovviamente più soggetto a risentire del fumo, in realtà quello che hanno notato i ricercatori è che anche il primo gruppo mostrava gravi segni di degenerazione ai dischi intervertebrali, che in particolare perdevano parte della loro altezza e iniziavano un processo di invecchiamento precoce.

I topi più giovani erano quelli che risultavano più gravemente colpiti (la degenerazione era 10 volte più vistosa), ecco perché il fumo sarebbe ancora più nocivo in età adolescenziale, quando le ossa si stanno ancora sviluppando.

I ricercatori sono convinti che gli effetti dannosi del fumo non agiscono solo a livello di Dna ma che bisogna andare alla ricerca di altri meccanismi ancora non chiari. Fatto sta che la degenerazione dei dischi intervertebrali, solitamente lenta e fisiologica conseguenza dell’invecchiamento, viene indotta più velocemente e precocemente dal fumo e può provocare disturbi seri e cronici della colonna vertebrale.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

Vuoi smettere di fumare? Aiutati con frutta e verdura!

Sigarette: in Italia il fumo uccide 70mila persone

Sigarette: il “fumo di terza mano” in casa e in ufficio è dannoso quanto quello passivo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook