Scandalo in Francia, sperimentazioni atroci e illegali su 350 malati di Parkinson e Alzheimer

Malati sottoposti a test illegali in Francia

350 malati di Parkinson e Alzheimer sono stati sottoposti a sperimentazioni cliniche non autorizzate, definite dalla Ministra della salute Agnès Buzyn, in un articolo di France Inter, un “pesante errore” che costerà caro ai colpevoli. L’Ansm, Agenzia francese per la sicurezza dei medicinali, ha già sporto denuncia bloccando nel frattempo i pericolosi test.

I malati sono stati coinvolti in una sperimentazione illegale da un ente creato dai professori Jean-Bernard Fourtillan e Henri Joyeux, il ‘Josefa Fund’.

I test sono stati eseguiti in un’abbazia nei pressi di Poitiers, somministrando ai malati farmaci sotto forma di cerotti, contenenti derivati della melatonina (valentonina e 6-méthoxy-harmalan), i cui effetti sono sconosciuti, a insaputa dell’Ansm. Dopodiché i pazienti sono stati sottoposti a prelievi di sangue.

L’Ansm ha chiesto al professor Jean-Bernard Fourtillan, presidente del ‘Fondo Josefa’, già conosciuto dalla comunità scientifica per la sua posizione contro i vaccini, uno dei responsabili delle sperimentazioni, di interrompere immediatamente i test e di informare i partecipanti, che potrebbero correre grossi rischi.

E sul proprio sito l’Ansm consiglia ai 350 pazienti di consultare al più presto il proprio medico e di effettuare controlli.

Ora i responsabili, che hanno abusato della fiducia dei malati, rischiano un anno di carcere e altissime sanzioni.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: Ansa

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Decathlon

La bici usata? Portala da Decathlon: torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

tuvali
seguici su Facebook