L’equazione matematica della felicità

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per prevedere la felicità basta un’equazione matematica? I ricercatori dell’University College London (UCL) hanno sviluppato un’equazione che è stata utilizzata per calcolare la felicità di oltre 18 mila persone in tutto il mondo. I risultati hanno dimostrato che la felicità non riguarda soltanto ciò che accade attimo per attimo ma anche se le cose stiano andando meglio rispetto a quanto ci si aspetterebbe.
La nuova equazione calcola con accuratezza il livello di felicità delle persone in base agli eventi recenti, come i riconoscimenti appena ricevuti o le aspettative legate a una decisione. Gli scienziati hanno evidenziato che le ricchezze accumulate durante l’esperimento non rappresentavano un buon indicatore di felicità.
Invece, la felicità del momento dipende dalle aspettative e dai risultati ottenuti in base a scelte e azioni. Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Science, ha investigato le relazioni tra felicità e ricompense in relazione ai processi che interessano il nostro sistema nervoso per quanto riguarda i cambiamnti di stato d’animo.
Gli scienziati ritengono che quantificare gli stati d’animo soggettivi in modo matematico possa aiutare i medici a comprendere meglio i disturbi dell’umore. In particolare riguardo a come l’umore può fluttuare in base a piccoli eventi, ad esempio, le vittorie o le sconfitte nei giochi online.
equazione felicita
Sperano inoltre che ciò possa portare ad individuare nuovi trattamenti per coloro che soffrono di disturbi del’umore. Gli esperti dell’UCL per condurre il proprio studio hanno messo a punto la app “The Great Brain Experment”. Così hanno fatto in modo che una sola equazione potesse prevedere la felicità di migliaia di persone.
app felicita
È emerso che le aspettative hanno un ruolo fondamentale per determinare la felicità, mentre contano molto meno guadagni e ricompense economiche. Strano a dirsi, gli scienziati dichiarano che avere aspettative più basse può portare ad un livello maggiore di felicità. Il motivo è molto semplice: il rischio di rimanere delusi è inferiore e sarà più facile raggiungere i risultati sperati.
Marta Albè
Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook