Ritiro per questo farmaco contro l’ipertensione: MARCA E LOTTI

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo farmaco contro l’ipertensione è stato ritirato dalle farmacie italiane. A farlo sapere è stata la stessa società produttrice, la Pensa Pharma, che ha disposto il richiamo di due lotti per la presenza di un’impurezza.

Come spiega Sportello dei diritti, il prodotto oggetto di ritiro è il farmaco antipertensivo IRBESARTAN PEN* RIV 150MG, nella confezione da 28 compresse.

In particolare i lotti ritirati sono:

  • M002 con data di scadenza 05-2021
  • M003 con data di scadenza 07-2021.

Come ha avvisato la stessa Società Pensa Pharma con una e-mail il 4 marzo 2019, si tratta di un ritiro volontario.

All’interno del farmaco, infatti, sono stati rilevati livelli non conformi di una impurezza legata al processo di produzione della materia prima.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook