Allarme farmaci con ranitidina: adesso l’EMA chiede di testare tutti i medicinali in commercio per precauzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In questi giorni l’Aifa, com’è noto, ha chiesto il ritiro di alcuni farmaci a base di ranitidina per la presenza di impurità nella lavorazione del principio attivo, e ora l’EMA, agenzia europea per i medicinali, chiede di testare tutti i farmaci a rischio, così da individuare eventuali sostanze cancerogene.

I test, come specifica l’EMA sul proprio sito, servono a verificare la presenza di nitrosammine, che se presenti in livelli eccessivi possono aumentare il rischio di tumore a lungo termine. Una richiesta in via precauzionale che riguarda tutti i medicinali, anche quelli generici e da banco, contenenti principi attivi sintetizzati chimicamente.

Nel caso in cui vengano rilevate nitrosammine, i titolari delle autorizzazioni all’immissione in commercio dei medicinali, sono invitati a informare immediatamente le autorità. L’EMA offre inoltre alcuni consigli alle aziende sui passi da intraprendere:

· Valutare la possibilità che le nitrosammine siano presenti in ogni medicinale in questione entro 6 mesi;

· Dare priorità alle valutazioni, a partire dai medicinali che hanno maggiori probabilità di essere a rischio di contenere nitrosammine;

· Tenere conto dei risultati della revisione dei sartani da parte del CHMP;

· Informare le autorità dell’esito delle valutazioni del rischio;

· Testare prodotti a rischio di contenimento di nitrosammine;

· Segnalare immediatamente il rilevamento di nitrosammine alle autorità;

· Richiedere le modifiche necessarie alle autorizzazioni all’immissione in commercio per affrontare il rischio di nitrosamina;

· Completare tutti i passaggi entro 3 anni, dando la priorità ai prodotti ad alto rischio;

Altre informazioni utili sono consultabili direttamente sul sito dell’EMA.

Ti potrebbe interessare anche:

Moment, Nurofen e Buscofen non sono stati ritirati! Falso allarmismo su WhatsApp. I farmaci veramente coinvolti

Laura De Rosa

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook