Fake news e bufale sul coronavirus smascherate dal Ministero della Salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Circolano spesso in rete, e soprattutto sui social e gruppi WhatsApp, una serie di fake news, notizie false che, in situazioni come questa, rischiano di diventare particolarmente pericolose. Il ministero della Salute ha voluto smascherare una serie di bufale che si stanno diffondendo in merito al coronavirus.

Di questi tempi la disinformazione non è accettabile, è infatti estremamente importante conoscere quanto possibile sul nuovo virus e sui modi per fermare il contagio. Bisogna sempre affidarsi a fonti ufficiali come sono il ministero della Salute, l’Iss e l’Oms.

Purtroppo sono tante le fake news che girano in questi giorni. Pericolose sempre, lo sono ancor di più se si tratta di salute dato che spesso alimentano panico e veicolano informazioni che possono rivelarsi addirittura dannose.

Come districarsi e capire, dunque, se una notizia è vera o falsa? L’abbiamo già detto, è semplice, e lo ricorda oggi anche il ministero della Salute: affidandosi alle fonti ufficiali.  Proprio per questo il ministero ha deciso di pubblicare una volta a settimana una raccolta delle principali fake news in circolazione.

Ecco 10 tra le più diffuse:

  • Gargarismi con la candeggina e assunzione di acido acetico, steroidi, oli essenziali e acqua salata per proteggersi dal coronavirus. Nessuna di queste pratiche protegge dal coronavirus e alcune sono addirittura pericolose per la salute.
  • I bambini non vengono contagiati dal coronavirus. Falso, possono sviluppare la malattia Covid-19, anche se ci sono stati relativamente pochi casi segnalati tra i bambini.
  • Tornando a casa bisogna sempre lavare gli indumenti indossati e anche i capelli. No, non c’è bisogno. E’ poco plausibile che i nostri vestiti, o noi stessi, possano essere contaminati da virus in una quantità rilevante. Tuttavia, sempre nel rispetto delle buone norme igieniche, quando si torna a casa è opportuno riporre correttamente la giacca evitando di poggiarla sul divano, sul tavolo o sul letto.
  • Tagliarsi la barba evita il contagio. Anche questo è falso e, spiega il ministero, la bufala nasce da un’errata interpretazione di un’infografica del CDC dedicata al corretto uso delle mascherine per la sicurezza sul lavoro.

 

  • Il coronavirus rende sterili (soprattutto gli uomini). Non vi è alcuna evidenza scientifica in merito
  • Se vieni contagiato, te ne accorgi sempre. E’ stato ripetuto più volte che questo non è vero: in alcuni casi la malattia Covid-19 è asintomatica in altri può dare luogo ad una sintomatologia simile a quella di altre malattie respiratorie come l’influenza e il raffreddore comune, con tosse secca, febbre, stanchezza; in altri casi si manifesta con sintomi diversi, diarrea, iperemia congiuntivale, mal di gola, dolori muscolari, naso che cola, fino ad arrivare a difficoltà respiratorie e polmoniti. Inizialmente e generalmente questi sintomi sono lievi pertanto è possibile non accorgersi subito della loro comparsa.
  • C’è correlazione tra epidemia da nuovo coronavirus e rete 5G. Non ci sono evidenze scientifiche in merito e, ad oggi, non sembrano esserci effetti negativi sulla salute collegati all’esposizione alle nuove tecnologie wireless.
  • Gli animali domestici possono trasmettere il virus. No, è falso. Non ci sono prove che cani e gatti possano contrarre la malattia e trasmetterla all’uomo. E’ bene però lavarsi sempre le mani con il sapone dopo essere entrati in contatto con animali in modo da proteggersi da altri microrganismi che possono invece essere trasmessi in questo modo.
  • Il nuovo coronavirus è un ceppo di virus dell’influenza che è mutato. Anche questa notizia è falsa. I coronavirus sono una famiglia di virus che possono infettare l’uomo e trasmettere diverse malattie. Il virus Sars-CoV-2, che provoca la malattia chiamata Covid-19, mostra alcune somiglianze con altri virus, quattro dei quali possono causare normali raffreddori
  • Gli extracomunitari sono immuni all’epidemia grazie al vaccino contro la Tubercolosi. Il vaccino contro la tubercolosi non difende in alcun modo dal coronavirus, tra l’altro la TBC è dovuta ad un batterio e non ad un virus. Le malattie, inoltre, non discriminano alcuna etnia.

Altre bufale già smascherate dal Ministero della Salute sono le seguenti sono notizie, dunque da considerarsi tutte false:

  • La suola delle scarpe porta sicuramente il virus in casa e trasmette l’infezione
  • Pane fresco o verdure crude possono essere contaminate dal nuovo coronavirus e trasmettere sicuramente l’infezione a chi li mangia
  • I farmaci antivirali prevengono l’infezione da nuovo coronavirus
  • Mangiare aglio può aiutare a prevenire l’infezione da nuovo coronavirus
  • Bere tanta acqua lava il virus dalla vie aeree e lo spinge nello stomaco dove viene distrutto dall’acido
  • Bere acqua o bevande calde uccide il virus
  • Mangiare tante arance e limoni previene il contagio perché la vitamina C ha azione protettiva nei confronti del virus
  • Mangiare tante proteine aumenta l’efficacia del sistema immunitario
  • Il risciacquo regolare del naso con soluzione salina può aiutare a prevenite l’infezione da nuovo coronavirus
  • Il virus Sars-CoV-2 vola nell’aria fino a 5 metri
  • Gli antibiotici prevengono l’infezione
  • La Tachipirina cura l’infezione da nuovo coronavirus
  • Il nuovo coronavirus può essere trasmesso attraverso le punture di zanzara
  • Una lampada a raggi ultravioletti può uccidere il nuovo coronavirus

Come avete visto le notizie false che circolano sono davvero tante. Facciamo attenzione!

Fonte: Ministero della Salute

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook