Un fagiolo contro l’andropausa: ecco il ‘farmaco magico’ (e naturale) per contrastare i segni dell’età

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il fagiolo “magico” contro l’andropausa: non è una metafora, è proprio così. Un gruppo di ricerca dell’Università di Padova ha infatti dimostrato che un estratto del comune legume è in grado di combattere gli effetti di questa inevitabile condizione clinica dovuta all’età, compresi la ridotta produzione di testosterone, l’osteoporosi e la sindrome metabolica.

Il lavoro, durato 8 anni, ha portato a dimostrare come l’osteocalcina, un ormone composto di 49 amminoacidi (i suoi “mattoncini”) e prodotto durante la formazione ossea, stimoli la produzione di testosterone e l’attivazione della vitamina D, aumentando il rilascio di insulina. Sono dunque riusciti ad isolare la parte “attiva” e l’hanno cercata in qualcosa di naturale, ma esterno al corpo umano. Trovandola nel fagiolo.

In particolare i ricercatori hanno somministrato l’osteocalcina sintetica e l’estratto del fagiolo a volontari in andropausa, dimostrando effetti analoghi, tra cui l’incremento di testosterone (che stimola la funzione erettile), il contrasto alla caduta dei capelli e altri effetti tipici dell’invecchiamento maschile.

Una condizione triste quella dell’andropausa. “Nell’uomo dopo i quarant’anni si assiste ad una lenta caduta dei livelli di testosterone – spiega a questo proposito Carlo Foresta, che ha guidato la ricerca – che può associarsi ad un quadro clinico caratterizzato da osteoporosi, obesità, sindrome metabolica, disfunzioni erettili e altre alterazioni della sessualità, oltre alla riduzione della massa muscolare”. Tra l’altro anche gli uomini in andropausa, come le donne in menopausa, possono sperimentare le fastidiose vampate di calore.

La scoperta di Padova, dunque, ha la potenzialità di cambiare le abitudini delle persone, spingendole ad assumere questo prodotto naturale per combattere i segni del tempo. Ma attenzione, non scorpacciate di fagioli (di per sé ricchi di proprietà benefiche) ma un estratto specifico, che, seppur naturale, è frutto di operazioni “umane”. Più che benvenute, comunque, se con questi risultati.

La ricerca, coperta da brevetto, è stata presentata nel corso del convegno “Funzione endocrina del testicolo e metabolismo fosfo-calcico nell’aging: una relazione complessa“.

Leggi anche:

Roberta De Carolis

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook