@ microgen/123rf.com

Esercitati a stare in equilibrio su una sola gamba per avere questi benefici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Saper stare in equilibrio su una gamba sola è un’abilità che va coltivata per prevenire cadute, fratture e danni al cervello

L’abilità di ciascuno di noi di mantenersi in equilibrio su una gamba sola è una cartina al tornasole del nostro stato di salute e migliorare in questa capacità può avere effetti molti positivi per il nostro benessere. Gravidanza, menopausa e compresenza di patologie possono alterare la forza delle gambe e l’equilibrio, ma anche uno stile di vita sedentario è associato ad una minor forza muscolare e quindi al maggior rischio di cadute.

Saper stare in equilibrio migliora la salute: si pensi che circa 37,3 milioni di cadute all’anno in tutto il mondo hanno conseguenze gravi al punto di necessitare cure mediche e molto spesso interventi chirurgici. Secondo uno studio condotto nel Regno Unito, un adulto su tre sopra i 65 anni e un adulto su due sopra gli 80 anni è caduto almeno una volta nell’ultimo anno (la sedentarietà degli anziani è aumentata anche in conseguenza della pandemia e delle restrizioni anti-contagio, che hanno impedito a molti di praticare attività fisica). Inoltre, l’incapacità di stare in equilibrio su una sola gamba per almeno 20 secondi è connessa, nelle persone che godono di buona salute, ad un maggiore rischio di danneggiamento della circolazione sanguigna a livello cerebrale e ad una ridotta abilità di comprendere le idee, secondo questo studio giapponese.

Quando siamo su un solo piede, il nostro corpo si trova in una situazione di instabilità, perché abbiamo una base di appoggio relativamente piccola per supportare il nostro peso e la nostra altezza. Il nostro organismo fa affidamento sul sistema nervoso centrale per integrare tutte le informazioni che vengono dai nostri sensi dell’equilibrio (vista, orecchio interno, risposta dei muscoli e delle articolazioni) – questo ci permette di attivare i giusti muscoli per mantenersi in equilibrio in postura eretta. Più siamo fisicamente attivi, più probabilità avremo di mantenere un buon equilibrio per molto tempo; chi, al contrario, non è allenato o soffre di patologie (quali depressione, obesità ed osteoporosi) ha più difficoltà a mantenere la postura e ha un equilibrio precario.

Per fortuna possiamo migliorare questa nostra abilità a qualsiasi età: si possono fare alcuni esercizi anche in casa per migliorare il proprio equilibrio e godere di una salute migliore. Proviamo a stare in equilibrio su una sola gamba con gli occhi chiusi. Questo renderà l’esercizio più difficile, perché verrà a mancare uno dei sensi dell’equilibrio, ovvero la vista: mentre con gli occhi aperti il corpo diventa pigro e si basa sul senso della vista per tenerci in equilibrio, se chiudiamo gli occhi gli altri sensi sono maggiormente stimolati e i nostri muscoli si rinforzeranno. Anche se all’inizio riusciamo a resistere solo pochi secondi con la pratica costante il nostro equilibrio migliorerà sempre più e la nostra salute ne trarrà beneficio.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: The Conversation

Ti consigliamo anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook