@AslTo3/Facebook

Emergenza Covid, in Piemonte arrivano gli alpini: montati tendoni per alleggerire la pressione dei pronto soccorso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per alleggerire la pressione sugli ospedali in piena emergenza coronavirus, oggi come a marzo, arrivano gli alpini. Oggi sono state montate due tensostrutture davanti l’ospedale di Rivoli con la funzione di diminuire la pressione sul Pronto soccorso e alleggerire così il lavoro dei sanitari. Nei prossimi giorni i tendoni verranno allestiti in tutti gli ospedali del Piemonte.

Come ricorderete, furono proprio gli alpini a fine marzo a costruire un ospedale alla fiera di Bergamo in appena 8 giorni. Si trattò di un vero e proprio “miracolo” che permise di fornire più di 70 nuovi posti in terapia intensiva e altrettanti in terapia sub-intensiva. E furono gli alpini veneti a ripristinare in tempo record 5 ospedali dismessi che fornirono oltre 740 posti letto in più ad una delle Regioni più colpite della prima ondata di Covid-19.

E oggi, con la seconda ondata che avanza rapidamente, sono loro che, su disposizione della Regione Piemonte, stanno allestendo tendoni da campo per dare manforte al personale sanitario snellendo la prima accoglienza e alleggerendo così i pronto soccorso.

Il primo ospedale in cui sono state montate questa mattina le tensostrutture è quello di Rivoli, come ha fatto sapere la ASL3 di Torino:

“Stamattina due sono stati montati presso l’ospedale di Rivoli; sono tende più grandi di quelle predisposte la scorsa primavera. Sono state allestite nello spazio che precede l’ingresso del Pronto Soccorso e saranno collegate fra loro. A cosa serviranno? Serviranno ad alleggerire la pressione sul pronto soccorso. La prima sarà adibita subito come punto di pre-triage; servirà a facilitare ulteriormente le procedure di accesso e a dividere meglio i flussi fra pazienti Covid e non Covid che arrivano in ambulanza. La seconda tenda sarà adibita come sala d’attesa.

Entro stasera è previsto analogo allestimento davanti al SanGiovanni Bosco, mentre domani mattina toccherà al San Luigi di Orbassano per poi proseguire con gli altri ospedali del Piemonte una volta completati i sopralluoghi.

LEGGI anche:

 

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile e Co-Founder di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa di diversi settori. Appassionata di tecnologia e ambiente, ha tenuto corsi di scrittura per il web dedicati a giornalisti e studenti.
Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Incendi Sardegna 2021

Le immagini, le storie e i numeri degli incendi che stanno devastando l’isola mettono i brividi

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook