Dragon Breath: cos’è e perché fa male il dessert a base di azoto liquido che spopola negli USA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un dessert freddo a base di cerali. Fin qui tutto normale se non fosse che al Dragon Breath, il respiro del drago, viene aggiunto anche azoto liquido, ossia la versione liquida dell’azoto. E adesso sta allarmando mezza America. Perché?

Apparso per la prima volta nelle Filippine e in Corea del Sud nel 2015, arrivato l’anno successivo a Los Angeles, il Dragon Breath, diventato ormai popolarissimo negli States, consiste in palline di cereali o di formaggio colorate immerse in azoto liquido. Il “gioco” sta nell’infilzarle una per una con un bastoncino, bagnarle in salse contenenti ancora azoto e poi metterle in bocca.

Proprio nel momento in cui si ingoiano, dalla bocca e dal naso esce vapore, come dei veri draghi! Ma l’inalazione del vapore rilasciato da un alimento o una bevanda preparati aggiungendo azoto liquido non fa male? A mettere in guardia è la FDA americana che lancia il monito di non mangiare o manipolare cibo fatto aggiungendo azoto liquido subito prima del consumo, in seguito a segnalazioni di lesioni gravi e talvolta pericolose per la vita.

L’azoto liquido è l’azoto che viene portato allo stato liquido attraverso un processo di distillazione frazionata dell’aria e viene indicato con la sigla LN2 o LN. Grazie al suo basso costo di produzione e al suo punto di ebollizione (82 °C), è usato in molti settori, proprio come l’industria alimentare, in cui spesso sostituisce i metodi meccanici nella surgelazione di alimenti di piccole dimensioni per via della maggiore rapidità di raffreddamento che è in grado di garantire.

L’azoto liquido, infatti, raffredda all’istante tutto ciò con cui viene a contatto e ciò succede anche con i bicchieri e le tazze in cui vengono messi i Dragon Breath. Per questo bisogna prenderli con il bastoncino e bisogna soffiarci sopra per far evaporare, almeno in parte, il gas. Ma è proprio quello che non fanno i più giovani, che tendono a non soffiare per niente e a prenderli con le dita.

Gli effetti dell’azoto liquido e dei Dragon Breath

Inalare il vapore “rilasciato da un cibo o da una bevanda preparati aggiungendo azoto liquido immediatamente prima del consumo può anche causare difficoltà respiratorie, specialmente tra le persone con asma”, è quanto dice la Food and Drug Administration che ha ricevuto parecchie segnalazioni di infortuni associati a cibi preparati con azoto liquido.

“Sebbene l’azoto liquido non sia tossico e sia attualmente utilizzato in ambienti medici e come ingrediente per preparare alcuni prodotti alimentari, è in grado di congelare alimenti con temperature estremamente basse. Queste temperature possono provocare lesioni ai consumatori”.

In generale, un Dragon Breath può causare:

  • gravi ustioni
  • attacchi di asma
  • asfissia
  • perforazioni gastrointestinali
  • gravi lesioni nella bocca

Sebbene questa moda non abbia (ancora?) preso piede qui da noi, è bene ricordare che se proprio si vuole provare questa follia ci sono alcune accortezze da seguire diligentemente, come soffiare più e più volte e non prendere mai le palline con le dita. In più, magari, non diamole ai bimbi.

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook