Si dorme 2 ore in meno di 60 anni fa, ma quali sono i rischi?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Spesso troppo indaffarati con impegni, lavoro e vita quotidiana ci dimentichiamo che dormire è fisiologicamente essenziale per il nostro benessere e non bastano 4 o 5 ore per mettere a tacere le esigenze di riposo del nostro organismo. A lanciare l’allarme sul fenomeno della mancanza di sonno e sui rischi di questa abitudine scorretta sono stati alcuni esperti intervistati dalla Bbc.

Gli scienziati delle università di Oxford, Cambridge, Harvard, Manchester e Surrey hanno sottolineato come, attualmente, al sonno vengano dedicate in media 2 ore in meno rispetto a 60 anni fa e ciò esporrebbe a un maggior rischio di contrarre malattie cardiovascolari, diabete o cancro.

Le motivazioni per cui ci priviamo di essenziali ore di sonno in più, a detta degli esperti, sono assolutamente inaccettabili e indotte dalla nostra società che vuole farci essere super produttivi a tutti i costi: “Siamo la specie più superbamente arrogante di tutte, pensiamo di poter abbandonare quattro miliardi di anni di evoluzione e ignorare il fatto che siamo evoluti seguendo l’alternanza del giorno e della notte’‘ ha dichiarato Russell Foster, dell’Università di Oxford.

Ma quali sono i rischi di dormire troppo poco?

– Aumenta il rischio infarto se si dorme meno di 6 ore a notte, sostiene una ricerca del 2012. Inoltre cresce anche il rischio di altre malattie legate a cuore e circolazione dovute a pressione alta o arteriosclerosi.

– Alterazione del metabolismo: un sonno insufficiente, secondo alcuni studi, compromette il metabolismo con rischio maggiore di diventare sovrappeso o ammalarsi di diabete tipo 2.

– Alterazione nella produzione di melatonina e di antiossidanti: ciò significa che a lungo andare si diventa più esposti al rischio di ammalarsi di alcune tipologie di cancro come quello colon rettale e al seno.

– Calo della fertilità maschile: una ricerca del 2013 ha evidenziato come non dormire a sufficienza possa far calare la concentrazione di spermatozoi del 29%, e lo scarso sonno avrebbe effetti negativi anche più in generale sulla vita sessuale.

– Scarsa memoria: chi si accontenta di dormire 4 o 5 ore per notte, vede ridursi del 15% la capacità di memorizzare e apprendere con facilità.

– Scarsa attenzione: dormire meno di 6 ore incide sulla capacità di attenzione con un conseguente maggior rischio incidenti in caso poi si debba guidare.

Tanti buoni motivi quindi per concedersi un giusto riposo ogni notte!

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Giornata Mondiale del sonno: le 10 regole per riposare bene
– Insonnia: mangiare sano aiuta a dormire meglio e di più

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook