Dormendo si impara e si salvaguarda la memoria

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dormiglioni di tutta Italia, buone notizie per voi! Ormai diverse ricerche scientifiche hanno già provato che un buon sonno ristoratore fa bene ma oggi si è fatto un passo in più, sembra infatti che dormendo si impari!

Il sonno infatti servirebbe proprio per eliminare dal cervello tutta una serie di informazioni che non servono, in termini tecnici si tratta dello smart forgetting – dimenticare in maniera intelligente. In questo modo si può invece salvaguardare la memoria di tutti quei dati utili che integrati a quelli già presenti si trasformano a tutti gli effetti nei nostri ricordi. Il giorno dopo al risveglio il cervello sarà di nuovo pronto a riprendere appieno le sue funzioni.

A fare questa scoperta dopo anni di studio sono stati due scienziati italiani Chiara Cirelli e Guido Tononi che hanno operato per conto dell’University of Wisconsin School of Medicine e che hanno visto pubblicata la loro ricerca su Neuron.

Sull’articolo pubblicato Tononi scrive: “Il sonno è il prezzo che il cervello deve pagare per l’apprendimento e la memoria. Durante la veglia, l’apprendimento rafforza le connessioni sinaptiche (i ponti di comunicazione tra neuroni n.d.r) in tutto il cervello, aumentando il dispendio di energia e saturando il cervello di nuove informazioni“.

Durante il sonno, invece, si indebolirebbero le connessioni intracellulari cerebrali in modo da risparmiare energia, defaticare le cellule e garantire che i neuroni continuino a rispondere correttamente agli stimoli.

Dormire ogni notte un numero di ore sufficiente, dunque, è il modo più semplice e naturale che abbiamo per mantenere in buona salute il nostro cervello e far sì che possa apprendere e ricordare meglio e più a lungo.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

Dormire nel weekend non basta per recuperare il sonno perduto

7 motivi per cui ci si sente stanchi al risveglio (materasso escluso)

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook