Dormire con le lenti a contatto. Quali conseguenze?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le lenti a contatto sono indubbiamente pratiche e comode ma vanno utilizzate sempre con attenzione e con il massimo dell’igiene. Fondamentale ad esempio non dimenticarsi di toglierle prima di andare a dormire per evitare infezioni che possono provocare, a lungo andare, gravi conseguenze agli occhi.

Il CDC americano (Centers for Disease Control and Prevention) ha presentato un report sull’argomento e lanciato l’allarme sul potenziale pericolo a cui si espone chi dorme con le lenti a contatto. Addirittura in casi limiti vi è rischio di perdere la vista. Ciò è dovuto al fatto che tenere troppo a lungo, e soprattutto di notte mentre ci si riposa, le lenti a contatto espone maggiormente al rischio di infezioni.

Leggi anche: LENTI A CONTATTO: 7 COSE DA SAPERE PRIMA DI UTILIZZARLE
Secondo gli esperti, un quinto delle infezioni correlate all’utilizzo delle lenti a contatto portano danni agli occhi e dormire con le lenti aumenta il rischio di contrarre queste infezioni fino ad otto volte così come indossarle più del tempo consigliato, lavarle con acqua di rubinetto o utilizzarle mentre si nuota.

In sostanza non vi sono grosse preoccupazioni o rischi se si utilizzano le lenti a contatto come consigliato da ottici e oculisti, maneggiandole con il massimo dell’igiene. I ricercatori hanno evidenziato infatti come la maggior parte delle infezioni sia causato da scarsa igiene o pigrizia da parte di chi le indossa.

L’uso non corretto delle lenti può portare alla comparsa di diversi problemi più o meno gravi: dalle banali congiuntiviti a danni alla cornea, diminuzione della vista e nei casi più gravi addirittura alla cecità. I funzionari della sanità degli Stati Uniti hanno analizzato le relazioni presentate dagli oculisti riguardo all’utilizzo di lenti a contatto nell’arco di 10 anni (2005-2015). Si è visto così che su 1.075 segnalazioni di infezioni corneali quasi il 20% delle persone aveva subito cicatrici o danni importanti che in alcuni casi avevano rischiesto la necessità di un trapianto.

LEGGI anche: CONGIUNTIVITE: 10 RIMEDI NATURALI

Una percentuale piccola che deve però ricordare a tutti gli altri quanto sia importante maneggiare e utilizzare con un certo criterio questi strumenti tanto comodi e utili.


Tre le raccomandazioni della CDC in merito all’utilizzo delle lenti a contatto:
1) Non dormire con le lenti a contatto

2) Non mischiare una vecchia soluzione per lenti con una nuova (in questo caso si può abbassare il potere antibatterico della soluzione).

3) Sostituire le proprie lenti a contatto secondo le indicazioni raccomandate dall’oculista.

Gli esperti suggeriscono inoltre di fare attenzione alla comparsa di eventuali sintomi come arrossamenti ed irritazioni. Nel caso è bene smettere subito di indossare le lenti e farsi visitare quanto prima da un esperto.

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook