Dormi green, dormi meglio! Consigli per un sonno “a zero emissioni”

dormire_green

Non riuscite a riposarvi abbastanza? Dormite poco e male? Avete mai pensato che la qualità del vostro sonno dipende anche dai fattori ambientali?

Oltre ai consigli medici, da seguire scrupolosamente, come mantenere sane abitudini di vita, curare patologie specifiche come la sindrome delle gambe senza riposo, non abusare di sostanze alcoliche o di cibi pesanti e magari coccolarsi un po’ … migliorare il sonno e la qualità della vita sono oggi traguardi possibili: la vittoria é certa se puntiamo sull’ambiente!

Ecco alcune pratiche green casalinghe per ottenere “zzz” profondi e ristoratori:

1) Migliorare la qualità dell’aria riducendo l’inquinamento domestico da polveri sottili

  • Favorire una migliore areazione dei locali con ricambi d’aria continui.
  • Dipingere i muri con vernici ecologiche, a basso contenuto di COV Composti Organici Volatili (Direttiva 2004/42/CE) o, al limite, vernici a base acqua;
  • Utilizzare un intonaco d’argilla che produce ioni negativi. L’incremento di ioni negativi migliora la qualità dell’aria: l’aria diventa più pulita e più fresca e ciò favorisce un aumento di flusso di ossigeno al cervello.

2) Migliorare la qualità dei vostri materassi e cuscini

Avete l’impressione che il vostro materasso pesi di più? Avete ragione: alcuni studi hanno dimostrato che con il passare del tempo il peso di un materasso, vecchio di almeno un anno, può aumentare del 10% e la causa é attribuibile agli acari della polvere e ai loro escrementi che si depositano all’interno.

L’ideale sarebbe comprarne uno nuovo, privilegiando materiali come il lattice naturale, la lana e la melamina, che riducono l’esposizione alle tossine, ed evitare qualsiasi fonte di formaldeide (uno dei più diffusi inquinanti di interni).

Oppure riutilizzare il vecchio materasso – anche perché lo smaltimento dei materassi rappresenta una categoria dei rifiuti ingombranti dai quali si recuperano alcune componenti e altre si trasportano in discarica – foderandolo con un buon coprimaterasso ipo-allergenico naturale: sarà una scelta green e salutare!

Dormire green è una scelta semplice e sicura: disintossicare la vostra casa e renderla sempre più sostenibile significa essere in sinergia con l’ambiente e in armonia coi vostri sogni.

Michela Silvestri

Leggi anche i 5 modi a impatto zero per combattere l’insonnia

Leggi anche i 5 modi per ridurre l’inquinamento dell’aria di casa

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

Schar

12 ricette senza glutine dall’antipasto al dolce

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

tuvali
seguici su Facebook