Se hai il seno grande potresti soffrire maggiormente di raffreddore e malattie respiratorie. Lo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quale correlazione potrebbe esserci tra raffreddore e dimensione del seno? Apparentemente nessuna, e a nessuno verrebbe in mente di associarle, ma lo hanno fatto alcuni ricercatori dell’Università di Varsavia all’interno di un più ampia ricerca sugli stereotipi legati al petto femminile.

Secondo lo studio pubblicato sulla rivista medica Archives of Sexual Behaviour, che ha preso in esame 163 volontarie, suddivise in due gruppi a seconda della dimensione del seno, le donne con il seno grande soffrirebbero di raffreddori peggiori rispetto alle altre.

Le donne del secondo gruppo, vale a dire quelle con seno piccolo, hanno infatti sofferto di tosse e influenza, durante il periodo di analisi, per 3-4 giorni, quelle del primo gruppo hanno avuto sintomi quali tosse, raffreddore e influenza per 8 giorni. A dimostrazione che la dimensione del seno sarebbe correlata alle infezioni respiratorie, alla loro durata media e alla frequenza dell’uso di antibiotici, molto più utilizzati dalle donne con seno generoso.

Secondo i ricercatori questo accade perché il grasso corporeo aumenta il rischio di indebolire il sistema immunitario, aumentando di conseguenza le probabilità di ammalarsi e rendendo più difficoltosa la guarigione. Inoltre nelle cellule adipose del seno c’è un ormone detto leptina, che riduce la capacità del corpo di combattere le malattie respiratorie. E non solo, le donne con seno grande, stando allo studio, corrono un maggior rischio di contrarre anche diabete di tipo 2, a causa dell’attività ormonale del tessuto adiposo, e cancro al seno, quest’ultimo dovuto alla maggiore quantità di tessuto fibro-ghiandolare.

I ricercatori sono arrivati a questa conclusione nell’ambito di uno studio più ampio che indagava gli stereotipi riguardanti le dimensioni del seno, attraverso il quale hanno scoperto che donne e uomini lo percepiscono in modo simile, associando in generale al seno grande una maggiore efficienza riproduttiva, il desiderio sessuale, l’efficienza nella lattazione e la promiscuità femminile. Difatti, le donne dal seno grande venivano percepite come meno fedeli delle donne con seno medio o piccolo, e anche meno intelligenti. Stereotipi, appunto!

Al di là di questo, si è rilevato che le donne con seni più grandi, generalmente considerate “migliori” dal punto di vista evolutivo, sono comunque più inclini ad avere problemi di salute infettiva. E questo perché, come premesso, la loro conformazione fisica comporta dei problemi, per esempio, un maggior costo in termini di sviluppo e mantenimento dei tessuti corporei, ed effetti biomeccanici della massa mammaria.

Per prevenire il raffreddore, secondo gli studiosi, le donne dal seno generoso dovrebbero quindi adottare maggiori misure preventive rispetto alle altre, assumendo una corretta dose di vitamina C e conducendo una vita il più possibile sana.

Per quanto riguarda la vitamina C, è possibile trovarla sotto forma di integratori oppure in natura soprattutto nella frutta e nella verdura crude. Ottime fonti sono in particolare le spremute di arancia e i centrifugati freschi. Se avete il seno grande, d’ora in avanti meglio prevenire naturalmente che curare!

Ti potrebbe interessare anche:

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook