Le donne vivono più a lungo se sono circondate dalla natura. Il nuovo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Esiste un elisir di lunga vita? In tanti lo cercano in campo salutistico o alimentare ma la chiave potrebbe essere nell’ambiente circostante, almeno per le donne. Secondo una ricerca, infatti, si vive più a lungo grazie al contatto con la natura.

Non è la prima volta che la scienza dimostra come il contatto con la natura sia in grado di ridurre lo stress, aumentando tra l’altro la quantità di attività fisica che si compie e migliorando anche la socialità.

Che sia il mare, la montagna, i boschi o i laghi, la vicinanza con Madre Natura sembra essere benefica in particolar modo per le donne, almeno secondo i risultati di una ricerca in merito.

Lo studio, condotto presso l’Harvard T.H. Chan School of Public Health e il Brigham and Women’s Hospital, ha preso un campione molto ampio di donne (ben 108.630) monitorate per 8 anni. Durante questo periodo, 8604 donne sono decedute e gli scienziati hanno preso in considerazione fattori come età, fumo, razza e stato socio-economico.

I risultati hanno indicato che le donne che vivevano circondate dal verde e dalla natura avevano un tasso di mortalità inferiore del 12% rispetto alle donne che vivevano in aree con meno vegetazione. Inoltre, le donne che vivevano in aree verdi avevano un tasso di mortalità dovuta a problemi respiratori più bassa del 34% e un tasso di mortalità a causa del cancro del 13% più basso.

I ricercatori sostengono che i benefici siano dovuti al fatto che le donne circondate dalla natura sono meno inclini alla depressione e ai sentimenti negativi e non sono esposte agli effetti dannosi dell’inquinamento acustico e di quello atmosferico ma anche del troppo calore.

Come ha dichiarato Peter James, ricercatore associato presso il Dipartimento di Epidemiologia della Harvard Chan School:

“Siamo stati sorpresi di osservare associazioni così forti tra aumento dell’esposizione al verde e tassi di mortalità più bassi. Siamo stati ancora più sorpresi di trovare prove del fatto che una grande percentuale del beneficio derivante da alti livelli di vegetazione sembra essere collegata a un miglioramento della salute mentale”.

C’è da considerare inoltre che il fatto di vivere vicino ad ampi spazi verdi offre alle donne l’opportunità di essere fisicamente più attive e di interagire maggiormente con gli altri.

Se non abbiamo la fortuna di vivere a contatto con la natura, magari perché abitiamo in una grande città, possiamo comunque goderci dei momenti di relax immersi nel verde, ne gioverà la nostra salute fisica e mentale.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook