Questa donna non può sentire le voci degli uomini a causa di una rara condizione medica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La rara malattia di una donna cinese che non sente più le voci maschili

Che fortuna diranno in tante, impossibilitata com’è ad ascoltare il borbottio del proprio compagno! In realtà, quella di Chen è una vera e propria patologia all’udito, per cui i toni a bassa frequenza non li sente più. Un disturbo a causa del quale, in pratica, si possono solo sentire le alte frequenze.

La storia è quella del rarissimo caso avvenuto nella città di Xiamen, in Cina, e lei è Chen, la donna, che racconta di essere andata a letto una sera con nausea e dei ronzii alle orecchie e di essersi svegliata il mattino seguente senza riuscire a sentire cosa le stava dicendo il suo fidanzato.

All’ospedale Qianpu i medici hanno tentato di capire quei sintomi così strani, dal momento che riusciva invece a sentire le voci femminili. Alla fine è arrivata la diagnosi: perdita dell’udito con pendenza inversa, una forma rara di danno uditivo a bassa frequenza che impedisce alle persone di sentire i suoni a bassa frequenza – che tipicamente compongono proprio la voce degli uomini.

Il tipo più comune di perdita dell’udito è la perdita di udito ad alta frequenza, che le persone in genere notano quando iniziano ad avere problemi nell’ascoltare donne e bambini. Quanto al caso di Chen, secondo gli esperti molto potrebbe aver contribuito lo stress.

Quando gli umani ascoltano i suoni, i piccoli peli all’interno dell’orecchio vibrano. Ma condizioni genetiche, lesioni o uso di droghe possono rendere quei peli particolarmente “fragili e inclini alla rottura, influenzando la capacità di udire suoni più acuti“, spiega la dottoressa Michelle Kraskin, un’audiologa al New York-Presbyterian. Ma la perdita dell’udito di suoni acuti come nel caso di Chen è meno comune perché la coclea dell’orecchio, responsabile delle frequenze più basse, è solitamente più protetta.

È per questo che la RSHL è così rara e colpisce una persona ogni 12mila con qualche tipo di perdita uditiva. Il più delle volte è causata dalla genetica e molte persone con questa condizione potrebbero non sapere nemmeno di averla, ma è accertato che coloro che sono affetti dalla sindrome di Wolfram o dalla displasia di Mondini sono a maggior rischio. Altre cause di RSHL possono includere malattie come perdita uditiva improvvisa, infezioni virali, disturbi autoimmuni che colpiscono l’orecchio interno o anche particolari complicanze post anestesia.

Alcuni sintomi possono includere difficoltà nel comprendere il parlato tramite telefono, incapacità di sentire suoni a bassa frequenza come un frigorifero funzionante o un tuono e, come ha mostrato Chen, una difficoltà nell’udire voci maschili rispetto al discorso ad alta frequenza di donne e bambini.

Per ora ci si aspetta che si riprenda completamente. E che torni a sentire il suo fidanzato.

Leggi anche

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook