Dimagrire: e’ più facile se ci si espone alla luce del mattino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La luce del sole, soprattutto quella del mattino, è fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo. Ora una ricerca sottolinea l’importanza della luce naturale per il metabolismo, secondo lo studio infatti basterebbe esporsi 20 minuti al giorno di prima mattina per rimanere in forma o dimagrire, se necessario.

Lo studio proviene dagli Stati Uniti, è stato condotto dalla Northwestern University Feinberg School of Medicine e sarà a breve pubblicato su Plos One. Secondo i ricercatori la luce solare delle prime ore del mattino permetterebbe all’Indice di Massa Corporea (BMI) di mantenersi su valori più bassi e, dunque, semplicemente esponendosi alla luce naturale nella giusta fascia oraria sarebbe più facile perdere peso.

Si è arrivati a questo risultato analizzando un campione di 54 persone per sette giorni, tutti erano stati dotati di un monitor actigrafo da tenere al polso, utile per misurare i parametri di esposizione al sole. Veniva calcolato anche l’apporto calorico che assumevano le persone e il loro BMI. Si è visto così che chi stava al sole almeno 20-30 minuti ogni giorno tra le 8 e le 12 di mattina aveva un Indice di Massa Corporea molto più basso di chi invece aveva altri orari di esposizione al sole.

«Quanto prima si verificava l’esposizione alla luce durante il giorno, tanto più l’indice di massa corporea degli individui era basso», ha sottolineato Kathryn Reid. Quindi chi si svegliava presto e usciva subito al sole aveva i benefici più alti sulla linea, indipendentemente da età, sesso, numero di ore di sonno, attività fisica, ecc.

Perché tutto questo? L’ha spiegato il dottor Phyllis C. Zee, autore principale dello studio “La luce è l’agente più potente per sincronizzare l’orologio biologico interno che regola i ritmi circadiani, che a sua volta regolano anche il bilancio energetico”. Secondo i ricercatori la luce delle prime ore del mattino è quella più scintillante e perciò sarebbe in grado di agire su ormoni e metabolismo favorendo un peso corporeo più basso.

Il problema però è che non è facile avere la possibilità di esporsi alla luce in quella fascia oraria dato che la maggior parte di noi è in ufficio, a lavoro in luoghi chiusi, fa lunghi tragitti in macchina, ecc. Secondo gli esperti sarebbe importante fare in modo di ricavare una piccola pausa dal lavoro e permettersi una bella passeggiata al sole ma altrettanto importante sarebbe che uffici e luoghi di lavoro si dotassero di ampie finestre per far entrare la luce naturale.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Vitamina D: dal sole benessere per ossa e cervello

– Insonnia: la luce del sole aiuta a dormire meglio

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook