Diabete: cammina, cammina e previeni i rischi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Diabete, si combatte camminando. Lo assicurano gli esperti del Pennington Biomedical Research Center di Baton Rouge, in Louisiana e della Washington University di Seattle, secondo i quali bastano 2mila passi al giorno per tenere lontana la malattia (di tipo 2)

Anche altri precedenti studi avevano rilevato una diretta connessione tra la quantità di attività fisica effettuata e il rischio di sviluppare il diabete. Ma per la prima volta tale fattore è stato quantificato. Catrine Tudor-Locke, che ha partecipato alla ricerca, ha spiegato infatti che le classiche raccomandazioni sulle passeggiate quotidiane utili per tenere lontano il diabete facevano riferimento ad un minimo di 10.000 passi. Ma ne basterebbero molti meno, appena 2mila, poco più di un chilometro.

Le persone che effettuano scarsa attività fisica presentano un elevato rischio di diabete, mentre quelli che camminano di più e tutti i giorni hanno meno probabilità di svilupparlo. Per scoprire quanto occorre camminare in termini di benefici anti-diabete, Amanda Fretts, autore principale del rapporto ha chiesto a più di 1.800 persone di indossare un contapassi per una settimana per calcolare il numero di passi che in genere venivano effettuati ogni giorno. Tutti i soggetti provenivano da comunità di nativi americani dell’Arizona, Oklahoma, Nord e Sud Dakota, noti per il fatto di associare scarsi livelli di attività fisica ad alti tassi di diabete.

Circa un quarto del gruppo effettuava un livello di attività fisica molto basso, con meno di 3.500 passi al giorno, mentre la metà effettuava fino a 7.800 passi al giorno. All’inizio dello studio, nessuno dei partecipanti aveva il diabete. Ma dopo cinque anni di follow-up, è stato notato come 243 persone avessero sviluppato la malattia. Circa il 17 per cento della popolazione affetta da diabete faceva poco sport. Dopo aver preso in considerazione altri fattori tra cui l’età e il fumo, il team di Fretts ha stabilito che le persone che avevano camminato di più presentavano una riduzione del rischio di sviluppare il diabete del 29percento, rispetto a coloro che camminavano meno.

I risultati non dimostrano però che camminare di più previene con assoluta certezza il diabete, ma Fretts e i colleghi hanno offerto alcune possibili spiegazioni su come camminare potrebbe essere d’aiuto: “Una maggiore attività fisica può prevenire l’aumento di peso e promuovere la perdita di peso, un fattore determinante del rischio di diabete“, ha detto a Reuters Health.

Lo studio è stato pubblicato su Diabetes Care.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Cinquemila passi al giorno per vivere di più

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook