Covid-19 e gravidanza: per la prima volta gli scienziati hanno dati reali sui rischi di mamma e bambino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uno studio su oltre 2.100 donne incinte in 18 paesi in tutto il mondo ha rivelato che il Covid-19 è associato a un rischio più elevato di gravi complicazioni materne e neonatali rispetto a quanto non sia stato precedentemente riconosciuto.

Loro sono i ricercatori del Nuffield Dept of Women’s & Reproductive Health dell’Università di Oxford, che riportano i risultati dello studio INTERCOVID sulla rivista JAMA Pediatrics e forniscono per la prima volta informazioni comparative dettagliate sugli effetti dell’infezione da coronavirus in gravidanza.

Leggi anche: Coronavirus in gravidanza, parto e allattamento. Tutto quello che c’è da sapere

Nel documento concludono che il rischio per madri e bambini è maggiore di quanto riconosciuto all’inizio della pandemia e che le misure prioritarie per la salute dovrebbero includere le donne incinte.

Le donne con Covid-19 durante la gravidanza avevano oltre il 50% di probabilità in più di avere complicazioni durante la gestazione (come parto prematuro, pre-eclampsia, ricovero in terapia intensiva e morte) rispetto alle donne in gravidanza non affette da Covid-19”, spiega Aris Papageorghiou, Professore di Medicina Fetale a Oxford.

I neonati di donne infette erano anche quasi tre volte più a rischio di gravi complicazioni mediche, come il ricovero in unità di terapia intensiva neonatale, principalmente a causa di parto prematuro. La buona notizia, tuttavia, si legge, è che i rischi nelle donne infette senza sintomi e nelle donne non infette erano simili.

I ricercatori hanno cercato di comprendere gli effetti del Covid-19 in gravidanza raccogliendo dati affidabili su donne in gravidanza con e senza diagnosi di covid. Lo studio ha coinvolto oltre 2.100 donne incinte di 43 ospedali per la maternità in 18 paesi a basso, a medio e ad alto reddito in tutto il mondo.

Lo studio è unico perché ogni donna affetta da Covid-19 è stata confrontata con due donne incinte non infette che partorivano contemporaneamente nello stesso ospedale.

Fortunatamente, ci sono state pochissime morti. Tuttavia, il rischio di morire durante la gravidanza e nel periodo postnatale era 22 volte maggiore nelle donne con Covid-19 rispetto alle donne incinte non infette”, dice Papageorghiou.

Lo studio ha anche evidenziato che quasi il 10% dei neonati di madri positive al test per il virus è risultato anch’esso positivo durante i primi giorni postnatali.

E l’allattamento al seno?

Niente paura! José Villar, professore di medicina perinatale precisa che è “importante sottolineare che l’allattamento al seno non sembra essere correlato a questo aumento”.

Ora sappiamo che i rischi per madri e bambini sono maggiori di quanto ipotizzassimo all’inizio della pandemia e che le misure sanitarie note devono includere le donne in gravidanza. Le informazioni dovrebbero aiutare le famiglie, poiché ora è chiara la necessità di fare tutto il possibile per evitare di essere infettati. Rafforza anche la ragione per offrire la vaccinazione a tutte le donne incinte”, concludono gli esperti.

Nessun timore, insomma, sono la stretta necessità di non abbassare ancora la guardia!

Fonti: JAMA Network / Oxford University

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook