Coronavirus: i ricercatori di Hong Kong dichiarano di avere un vaccino, ma servirà almeno un altro anno per testarlo

Come era inevitabile, vista l’epidemia che sta colpendo la Cina, in diversi paesi del mondo si sta facendo una corsa contro il tempo per trovare un vaccino contro il Coronavirus. Alcuni ricercatori di Hong Kong dicono di averlo già pronto, anche se i tempi per testarlo sono ancora lunghi.

Il professor Yuen Kwok-yung, microbiologo e medico dell’Università di Hong Kong (UHK), afferma che il suo team sta lavorando al vaccino, avendo isolato il virus già dal primo caso di polmonite virale.

A riportare la notizia è il quotidiano South China Moring Post ma attualmente, nella sezione news dell’università cinese, non vi è traccia di un comunicato ufficiale relativo alla sperimentazione del nuovo vaccino. Al momento, dunque, queste sembrano essere solo le dichiarazioni degli scienziati.

Come ha affermato il professore Yue:

“Abbiamo già prodotto il vaccino, ma ci vorrà molto tempo per testarlo”

Infatti, prima di poter essere utilizzato, il nuovo farmaco dovrà superare i test su animali per poi arrivare alla sperimentazione sull’uomo. Lo scienziato di Hong Kong non ha stabilito una tempistica precisa ma si parla di almeno un altro anno prima che possa essere effettivamente utilizzato.

I ricercatori della HKU sono riusciti a realizzarlo a partire da un vaccino antinfluenzale precedentemente studiato dallo stesso team. Gli scienziati hanno modificato il precedente vaccino con una parte dell’antigene del nuovo coronavirus.

Il farmaco, se testato con successo, potrebbe essere la risposta a una malattia che ha infettato oltre 4.600 persone e ne ha uccise già più di 100, principalmente a Wuhan, centro dell’epidemia.

Fino ad ora Hong Kong ha visto 8 casi confermati, altre 78 persone sono state segnalate come sospette e 103 sono isolate negli ospedali pubblici.

Ma Yuen Kwok-yung non è il solo a cercare di sviluppare il più in fretta possibile il vaccino, anche altri scienziati cinesi e americani lavorano per ottenere lo stesso risultato. In Cina vi è ad esempio l’epidemiologo Li Lanjuan che ha dichiarato di lavorare ad un vaccino contro il coronavirus, già in fase di sviluppo, e che potrebbe essere prodotto al più presto in circa un mese.

Nel frattempo, anche il professor Xinhua ha riferito che l’ospedale orientale di Shanghai e l’Università Tongji hanno urgentemente approvato un progetto per lo sviluppo di un vaccino contro il nuovo virus. Il vaccino sarebbe stato sviluppato congiuntamente dall’ospedale e da Stemirna Therapeutics, una società di biotecnologia con sede a Shanghai.

Il CEO dell’azienda Li Hangwen ha dichiarato che non saranno necessari più di 40 giorni per produrre campioni di vaccino, che saranno poi inviati per i test e portati in clinica “il più presto possibile”.

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook