Oltre 100 persone a New York hanno davvero ingerito disinfettanti, picco di ricoveri e chiamate ai centri antiveleno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Qualcuno lo ha fatto davvero: a New York alcuni cittadini hanno assunto disinfettanti sperando di salvarsi del coronavirus. Gli assurdi consigli di Donald Trump, smontati dagli scienziati di tutto il mondo, sono stati purtroppo ascoltati. Lo riportano, con sgomento, i giornali statunitensi.

Dopo il folle “suggerimento” di Trump di iniettare disinfettanti per sconfiggere il coronavirus, il New York City Poison Control Center ha ricevuto un picco di telefonate, circa 30 dalle 9 del pomeriggio alle 3 del 24 aprile, proprio a seguito della messa in onda delle dichiarazioni del Presidente, il doppio di quanto registrato nello stesso periodo l’anno scorso.

E non sembra affatto un caso isolato: stando a quanto riportato dai media locali, infatti, un portavoce del Governatore del Maryland Larry Hogan ha confermato che, dopo le osservazioni di Trump, il suo Stato ha visto oltre 100 chiamate a una hotline di emergenza che chiedeva informazioni sui disinfettanti domestici e l’allarme è stato confermato anche dal Maryland Emergency Management Agency.

Fortunatamente nessuno è morto, ma la preoccupazione permane. Il Presidente Trump, costretto ai ripari, ha dichiarato di essere stato “sarcastico” quando suggeriva iniezioni di disinfettante.

Ma, nonostante la Casa Bianca abbia difeso il Presidente, gli stessi giornali di portata nazionale hanno confermato che in realtà non vi era alcun sarcasmo nel suo pericoloso consiglio. Che infatti qualcuno ha scelleratamente seguito.

Anche le compagnie di disinfettanti sono prontamente intervenute a smentire gli usi impropri suggeriti dal Presidente, suscitando imbarazzo nella task force anti coronavirus nominata dal Governo.

Negli Usa la situazione permane molto difficile: con più 905.000 casi accertati di coronavirus su 4.900.000 test effettuati (dati della John Hopkins University), lo stato americano è di gran lunga quello con il più alto tasso di infezione mai registrato sul Pianeta. Con più di 50.000 morti e un disastro umano che ha visto addirittura fosse comuni dove seppellire i defunti.

coronavirus ingestione disinfettanti

©John Hopkins University (dati aggiornati al 25 aprile 2020)

La disperazione è alle stelle e la follia può prendere il sopravvento, soprattutto se alcuni pericolosi consigli vengono lanciati dal Presidente nel quale una maggioranza della popolazione ha creduto.

Fonti di riferimento: Changing America / Maryland Emergency Management Agency/Twitter /Anna Sanders/Twitter / Bloomberg/Youtube / CNN / Lysol/Twitter / John Hopkins University

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook