Covid-19, scoperto il motore che permette al coronavirus di moltiplicarsi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il coronavirus potrebbe avere sempre meno segreti. Un nuovo studio, condotto dagli scienziati dell’Università Tsinghua di Pechino, ha scoperto il motore che permette al Covid-19 di moltiplicarsi.

Il segreto infatti è racchiuso in un enzima, chiamato polimerasi nsp12. Il team di ricerca guidato da Yan Gao ha osservato da vicino questo motore molecolare che fa sì che SarsCoV2 riesca a moltiplicarsi.

L’enzima polimerasi nsp12, tra l’altro, è il bersaglio dell’antivirale remdesivir originariamente usato contro l’Ebola ma di recente sfruttato anche contro il  coronavirus.

“L’RNA polimerasi RNA-dipendente (RdRp, anche chiamato nsp12) è il componente centrale del meccanismo di replicazione e trascrizione coronavirale e sembra essere un bersaglio primario per il farmaco antivirale, remdesivir” si legge nello studio. “Oltre all’architettura conservata del nucleo di polimerasi della famiglia virale della polimerasi, nsp12 possiede un dominio β-tornante recentemente identificato al suo terminale N. Un modello di analisi comparativa mostra come remdesivir si lega a questa polimerasi. La struttura fornisce una base per la progettazione di nuove terapie antivirali destinate alla RdRp virale”.

Proprio così, la scoperta potrebbe essere d’aiuto nella ricerca sui farmaci mirati, in grado di combattere il coronavirus.

Fonti di riferimento: Science

LEGGI anche:

Coronavirus: scoperta la molecola che potrebbe frenarne la riproduzione

Coronavirus: scoperti gli anticorpi che neutralizzano il Sars-Cov-2 da ricercatori della Corea del Sud

Speranze contro il coronavirus: antiparassitario Ivermectin uccide il virus in 48 ore

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook