Coronavirus, primi due casi in Italia confermati: sono turisti cinesi a Roma

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Coronavirus, primi due casi confermati in Italia. Ad annunciarlo in una conferenza stampa è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che rende nota anche la chiusura del traffico aereo da e per la Cina. I due casi accertati sono quelli di due turisti cinesi a Roma attualmente ricoverati in isolamento all’ospedale Spallanzani della capitale. La coppia originaria proprio di Wuhan era arrivata il 23 gennaio scorso in Italia a Milano Malpensa, dopo varie tappe, adesso alloggiava al Grand Hotel Palatino di via Cavour a Roma. La stanza dell’albergo è stata sigillata per permettere la decontaminazione.

Marito e moglie, 67 e 66 anni si sono sentiti male e visti i sintomi sono stati ricoverati allo Spallanzani. La coppia faceva parte di una comitiva che era arrivata in Italia da 10 giorni per un tour, adesso tutti il resto del gruppo è sotto sorveglianza sanitaria. Sono in corso altre misure di prevenzione anche sui veicoli a contatto con la coppia.

Negativi invece i campioni dei passeggeri della nave da crocera ferma a Civitavecchia, come fa sapere la task force del Ministero della salute

“Sono partite le verifiche per ricostruire il percorso dei due turisti cinesi e per isolare i loro passaggi, per evitare assolutamente qualsiasi rischio ulteriore rispetto a quello già accertato”, ha spiegato il presidente Conte.

Un altro caso sospetto di coronavirus potrebbe essere quello del Trevigiano dove uno studente minorenne ha accusato sintomi influenzali e febbre, dopo essere rientrato con la madre da un viaggio in Cina. Ma per adesso si è in attesa del risultato delle analisi.

“Non c’è motivo di panico e allarme sociale. Sono già state adottate misure rigorose di precauzione e continueremo a farlo con il massimo dispendio di energie per assicurare la protezione a tutti i cittadini”, ha rassicurato il premier.

Nel frattempo, questa mattina ci sarà il Consiglio dei ministri per adottare ‘ulteriori misure in modo da mettere tutte le strutture competenti a disposizione, ivi compresa la Protezione civile’

“Siamo nella condizione di poter tranquillizzare tutti i cittadini. La situazione è assolutamente sotto controllo. Ma non significa che ci stiamo appagando nelle prime misure. Sono fiducioso che la situazione rimarrà confinata”, ha continuato Conte.

Tra le misure anche quello del blocco del traffico aereo da e per la Cina. “Non ci siamo fatti trovare impreparati, – ha chiosato il premier- il ministro Speranza ha appena adottato un’ordinanza che chiude il traffico aereo da e per la Cina”.

Secondo l’ Organizzazione mondiale della sanità è emergenza sanitaria globale per il coronavirus che si sta allargando ad altre nazioni. Ad oggi, secondo  la Commissione sanitaria nazionale cinese sono 213 i morti e 2mila nuovi casi di infezioni confermate in Cina.

Per controllare i casi confermati in tempo reale potete consultare questa mappa

mappa coronavirus

Leggi anche:

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook