Coronavirus: morta ragazzina di 13 anni a Panama, è tra le più giovani vittime del Covid-19

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una ragazzina di soli 13 anni è morta per complicazioni respiratorie dovute al Covid-19. Succede a Panama, ed è lo stesso governo a darne notizia con un comunicato stampa.Si tratta di una delle vittime più giovani segnalate finora.

La ragazzina è deceduta domenica scorsa all’ospedale pediatrico della capitale, l’ Hospital de Especialidades Pediátricas. Era ricoverata da diverso tempo. Il ministero della Salute scrive:

“Le morti sono state comunicate al sistema epidemiologico della MINSA e si è stabilito che sono il risultato di complicazioni respiratorie dovute a COVID-19. Secondo il rapporto ufficiale, si tratta di un uomo di 92 anni ricoverato nell’ospedale Nelson Collado di Herrera, mentre l’altra morte è stata quella di una ragazza di 13 anni, caso menzionato nella conferenza stampa e confermato in seguito”.

“Per il governo nazionale, la vita di ogni cittadino è importante. Di fronte a queste nuove morti, ribadiamo la richiesta di cooperazione da parte dei cittadini, so con la collaborazione di tutti e il rispetto delle indicazioni, possiamo contenere il contagio di COVID-19”.

Finora a Panama sono stati fatti oltre 3mila tamponi e sono poco più di 300 le persone positive. Ma la morte di questa ragazzina, apre uno scenario che non fa stare tanto tranquilli. Ne avevamo già parlato, diversi studi fatti dall’Organizzazione mondiale della sanità in Cina hanno stabilito che più si è giovani, meno è probabile che ci si infetti, così come è meno probabile che ci si ammali gravemente se si contrae il virus. Però quel poco più dell’1% di persone che sotto i 20 anni si ammala (come da grafico), moltiplicato per i miliardi di persone nel mondo non ci rende troppo sereni.

Age % of population % of infected Fatality
0-9 12.0% 0,9% 0 as of now
10-19 11.6% 1.2% 0.1%
20-29 13.5% 8.1% 0.2%
30-39 15.6% 17.0% 0.2%
40-49 15.6% 19.2% 0.4%
50-59 15.0% 22.4% 1.3%
60-69 10.4% 19.2% 3.6%
70-79 4.7% 8.8% 8.0%
80+ 1.8% 3.2% 14.8%

Per questo, l’unica arma che abbiamo ad oggi, è quella di seguire gli avvertimenti e le prescrizioni del governo che ci invita a rimanere a casa per fermare il contagio.

Fonti: Ministero Salute Panama/WHO

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook