Coronavirus, per la prima volta dall’inizio dell’emergenza diminuiscono i pazienti in terapia intensiva

Ieri si è registrato il primo calo di ricoveri in terapia intensiva dall’inizio dell’emergenza coronavirus con 3.994 malati ricoverati in terapia, 74 in meno rispetto al 3 aprile.

Lo riferisce la Protezione Civile nel bollettino del 4 aprile, dove specifica che i casi totali nel paese sono 124.632 e le persone guarite 20.996, mentre i pazienti ricoverati con sintomi 29.010 e quelli in isolamento domiciliare 88.274.

La diminuzione dei ricoveri in terapia intensiva ha consentito agli ospedali lombardi, in particolare, di registrare un saldo negativo di 55 letti.

Nel frattempo, rispetto ai dati degli scorsi giorni, anche il numero dei deceduti si è ridotto passando dai 970 del 27 marzo ai 680 del 4 aprile, a dimostrazione che le misure messe in atto sono servite a contenere il virus, sebbene sia assolutamente indispensabile non smettere di abbassare la guardia. Perché la fase critica non è affatto conclusa.

FONTE: Ministero della Salute

Ti potrebbe interessare anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook