Coronavirus: in Campania chiusi anche barbieri, parrucchieri e centri estetici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Almeno fino al 3 aprile prossimo, in Campania, anche i negozi di barbiere, parrucchiere e centri estetici rimarranno chiusi. A decretarlo è un’ordinanza a firma del presidente della Regione Vincenzo De Luca allo scopo di contenere i casi di contagio da Coronavirus.

In seguito al decreto di ieri sera del Presidente del Consiglio che reca misure urgenti circa la gestione dell’emergenza Covid-19 e che blinda di fatto l’Italia intera in un’unica zona rossa, la Regione Campania non ci pensa due volte a disporre a sua volta una norma atta ad assicurare quanto meno il rispetto della distanza di almeno un metro tra le persone.

Una condizione che, in determinati esercizi commerciali, tra cui proprio i saloni di bellezza, non è può essere in alcun modo rispettata.

ordinanza-barbieri-campania

È per questo che De Luca interviene ordinando sin da subito la sospensione fino al 3 aprile e su tutto il territorio della Campania dei negozi di barbiere, parrucchiere e dei centri estetici. Chi resta aperto viola l’articolo 650 del codice penale che prevede l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro.

Chissà se ora anche le altre Regioni applicheranno la stessa restrizione.

Fonte: Regione Campania

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook