Coronavirus, bloccata nave da crociera a Civitavecchia per un caso sospetto, ferme 6000 persone a bordo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In un primo momento sembravano due i casi sospetti di Coronavirus rilevati sulla nave da crociera “Costa Smeralda” ferma al porto di Civitavecchia, dov’è scattato in mattinata il protocollo di emergenza. In realtà, stando agli ultimi aggiornamenti, è uno soltanto, si tratta di una donna con febbre alta e problemi respiratori. Il marito, tuttavia, pur non presentando sintomi, è stato messo in isolamento nell’ospedale di bordo in via preventiva.

La coppia cinese proviene da Hong Kong ed è atterrata all’aeroporto Malpensa di Milano lo scorso 25 gennaio, per poi dirigersi verso Savona, dov’è salita sulla nave. Al momento i medici dello Spallanzani di Roma stanno prelevando campioni per verificare se si tratti o meno di Coronavirus e i risultati dovrebbero essere pronti già entro il pomeriggio.

Vincenzo Leone, comandante della direzione marittima del Lazio, ha affermato che non c’è motivo di preoccuparsi, secondo quanto riporta Ansa:

“Siamo in attesa di conoscere l’esito delle verifiche ancora in corso, ma tutto quello che andava fatto è stato fatto. La situazione è sotto controllo e al momento non risulta che vi siano motivi di preoccupazione a bordo”.

Gli altri passeggeri, che sono circa 6mila, al momento sono bloccati a bordo mentre bus, treni, taxi che avrebbero dovuto trasferirli a Roma e in altre destinazioni sono fermi nel piazzale antistante al porto, in attesa di novità.

La nave, prima di arrivare a Civitavecchia, aveva fatto tappa a Marsiglia, Barcellona e Palma di Maiorca.

Il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco ha dichiarato che la situazione è sotto controllo e che si stanno seguendo i vari protocolli previsti:

“La situazione sul sospetto caso di #coronavirus al porto di Civitavecchia è SOTTO CONTROLLO. Da questa mattina sono in contatto continuo con le autorità sanitarie e marittime che si sono immediatamente attivate. Si stanno seguendo tutti i protocolli previsti e teniamo costantemente monitorato il caso, grazie all’ottimo lavoro che stanno svolgendo il direttore generale dell’Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle, il direttore dell’Ufficio Sanitario Marittimo Dott. Niutta e il Comandante del porto Vincenzo Leone.”

Ti potrebbe interessare anche:

Photo Credit: Ansa

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook