Coronavirus: il CDC americano mostra come tagliarsi la barba per ridurre i rischi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Baffi, mosca, basette, hipster, pizzetto, una serie infinita di modi per rasarsi, ma avete mai pensato che il folto pelo del viso potrebbe rendere inefficace l’uso di una mascherina? Se da un lato l’emergenza del nuovo Coronavirus ha fatto impennare le vendite, talvolta anche inutili, di mascherine in tutto il mondo, dall’altro la domanda nasce spontanea: una volta acquistate, ci sono degli accorgimenti da seguire?

Certo che sì e, al di là della classica raccomandazione secondo cui prima di indossarle bisogna quanto meno lavarsi le mani, un grafico a prima vista bizzarro dei Centers for Disease Control and Prevention (che tra l’altro risale al 2017) spiega quale rasatura permetterebbe alle mascherine di essere più efficienti.

Proprio così, dal momento che la mascherina deve aderire bene al volto, pare ci siano certi tipi di rasature che proprio non sono consigliabili. I peli del viso rappresenterebbero anche un rischio per l’efficacia dei respiratori perché possono impedire alla valvola di espirazione di funzionare correttamente.

Indipendentemente dalla scelta dello stile di barba e baffi, inoltre, anche i capelli non devono attraversare la superficie di tenuta del respiratore.

L’infografica dei CDC mostra per ben 36 acconciature facciali quali si adattano a una maschera o a un respiratore e quali interferiscono con la loro efficacia:

rasature mascherine

©CDC

Ad essere appropriati per una maschera sarebbero solo 12 stili:

  • una rasatura completa
  • la mosca
  • i baffi laterali
  • la barba a zappa
  • i baffi a tricheco
  • i baffi Chevron
  • i Painter’s Brush
  • i baffi a Zorro
  • i baffi habdlbar
  • a matita,
  • a paralume e
  • a stile Tootbrush (tipo Hitler)

Ribadendo che, come sottolinea il Ministero della Salute, la mascherina non è necessaria per la popolazione generale in assenza di sintomi di malattie respiratorie, qual è il modo migliore per mettere e toglierla?

Ecco le raccomandazioni del Ministero:

  • prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica
  • copri bocca e naso con la mascherina assicurandoti che aderisca bene al volto
  • evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani
  • quando diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla; infatti sono maschere mono-uso
  • togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina
  • gettala immediatamente in un sacchetto chiuso e lavati le mani

Fonti: CDC / Ministero della Salute

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook