Il coronavirus ora è ufficialmente in tutti i continenti del mondo, anche in Antartide

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Antartide non è più l’unico continente libero dalla pandemia. 36 persone di stanza alla base del Generale Bernardo O’Higgins Riquelme sono infatti risultate positive al virus. Nemmeno l’Antartide, quindi, sfugge al contagio da Sars-Cov-2.

La base O’Higgins è una stazione di ricerca del Cile posta in Antartide, circa 30 chilometri a sud del punto più settentrionale della penisola Antartica, ed è una delle 13 basi cilene qui presenti. Secondo quanto si apprende dalla Abc australiana, delle persone infette, 26 sono membri dell’esercito cileno e 10 sono addetti alla manutenzione civile. (Leggi anche: Le terribili immagini dell’Antartide senza neve. Nuovo caldo record, superati i 20 gradi (VIDEO))

Il personale della base “è già adeguatamente isolato e costantemente monitorato” dalle autorità sanitarie di Magallanes, nella Patagonia cilena, spiegano, aggiungendo che non ci sono state ancora complicazioni. La regione di Magallanes, una delle aree popolate più vicine all’Antartide e punto di decollo di molte barche e aerei diretti nel continente, è tra l’altro tra le più colpite in Cile.

base-cilena-antartide

©Paul Yeomans

Anche la Marina cilena ha riferito di aver rilevato tre casi di Covid-19 tra i 208 membri dell’equipaggio di una nave che aveva navigato nella regione antartica tra il 27 novembre e il 10 dicembre scorsi. Ma al momento della diffusione massiccia della pandemia della scorsa primavera, in Antartide iniziava l’inverno e i sei mesi di notte continua e i ricercatori rimasero isolati nelle loro basi. Ora, il ritorno del sole e l’arrivo di nuovi studiosi nelle decine di basi hanno evidentemente aumentato il rischio del contagio.

Gli impatti del virus che si diffonde nel continente scarsamente popolato potrebbero essere disastrosi. I ricercatori e tutto il personale dispongono di scorte mediche decisamente limitate ed è un vero dramma.

Fonte: ABC

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook