Svelato per la prima volta il segreto dei capelli rossi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mappati per la prima volta i geni responsabili del colore dei capelli rossi

Ben otto varianti genetiche diverse a crear capelli di colore rosso: chi è pel di carota ora saprà quale immenso patrimonio genetico ha sulla sua testa.

A svelare il mistero del colore tipico delle capigliature di molte popolazioni del nord Europa sono stati i ricercatori inglesi dell’Università di Edimburgo e dell’Università di Oxford, secondo cui – in uno studio basato sull’analisi del Dna di quasi 350mila persone raccolto dalla Biobank del Regno Unito e contrariamente a quanto si è ritenuto finora – la tonalità rossa della chioma non sarebbe dovuta all’azione di un gene soltanto.

Il colore dei capelli è in gran parte determinato da pochi tipi di cellule ben caratterizzati: i melanociti, in cui viene prodotto il pigmento melanina, i cheratinociti, cui è trasferito il pigmento, e i fibroblasti della papilla dermica, che segnalano e regolano il melanociti.

In precedenza si credeva che i capelli rossi fossero dovuti all’influenza di un solo gene chiamato Mc1r e che le persone con questo colore di capelli ricevessero in eredità due versioni di Mc1r da entrambi i genitori. Nonostante, però, tutti i soggetti con i capelli rossi abbiano due copie della versione di Mc1r, non tutti gli individui sono portatori della doppia versione del gene dei capelli rossi. È per questo motivo che, secondo i ricercatori, questa tonalità potrebbe essere il risultato del coinvolgimento di altri geni.

Per arrivare a questa conclusione, gli scienziati hanno preso in esame il corredo genetico di oltre 300mila individui e si sono concentrati soprattutto sulle persone di discendenza europea che presentano una maggiore variazione nel colore dei capelli. Confrontando gli individui con i capelli rossi con quelli coi capelli castani o neri, hanno individuato ben 8 differenze genetiche associate ai capelli rossi che prima non erano note.

chioma rossa

Una volta esaminate le funzioni dei geni identificati, hanno anche scoperto che alcuni di essi sono in grado di controllare l’attivazione o lo “spegnimento” del gene Mc1r.

Sorprendente vero? E pensate che i ricercatori hanno anche individuato ben 200 differenti mutazioni genetiche responsabili di altre gradazioni di colore, dal moro al castano scuro, fino al biondo. La nostra chioma è più viva di quanto si pensi!

Leggi anche

Germana Carillo

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook