Soffiare sulle candeline aumenta la quantità di batteri sulla torta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Soffiare sulle candeline della propria torta di compleanno è un rito che si ripete di anno in anno, apprezzato soprattutto dai più piccoli. Ma neanche questo semplice gesto sarà più del tutto spensierato se si considerano i dati di un nuovo studio che arriva dalla Carolina del Sud. Quanti batteri avranno trovato su una torta?

I batteri sono ovunque, ci accompagnano nei luoghi che frequentiamo, sono su cibi che mangiamo, sugli oggetti che tocchiamo e ovviamente anche dentro di noi. Ma avete mai pensato a quanti batteri ci trasmettiamo vicendevolmente durante una festa di compleanno? Quanti microrganismi sono ad esempio presenti sulla tanto attesa torta che poi condividiamo?

A voler analizzare i batteri “ospiti” di una torta di compleanno è stato un team dell’Università di Clemson che ha riprodotto il dolce tipico delle feste mettendo della glassa su un pezzo di stagnola avvolta su una ruota di polistirolo. Sopra immancabili vi erano le candeline.

Ai partecipanti all’esperimento è stato chiesto, per prima cosa, di mangiare una fetta di pizza in modo da stimolare le ghiandole salivari e rendere più veritiera la loro partecipazione ad una festa di compleanno, solo dopo hanno soffiato sulle candeline.

A questo punto i ricercatori si sono messi alla ricerca dei batteri presenti sulla glassa scoprendo che, una volta spente le candeline, la torta aumentava la sua carica batterica e di molto. Si è notato che ogni partecipante aggiungeva al dolce diversi tipi di batteri e in maggiore o minore quantità. In media, soffiando sulle candeline, il numero di batteri aumentava di 14 volte ma c’è stato un caso in cui si incrementava addirittura di 120 volte, si è capito così che alcune persone trasferiscono più batteri rispetto ad altre.

Il dottor Paul Dawson, a capo della ricerca pubblicata sul Journal of food research, ha però dichiarato che la maggior parte dei batteri non erano dannosi per gli esseri umani. Molti microrganismi innocui vivono infatti nelle nostre cavità orali ogni giorno.

torta candeline batteriLa torta usata per l’esperimento

Sui batteri presenti in cibi e oggetti potrebbe interessarvi anche:

Insomma dovremmo rinunciare ad una fetta di torta per paura dei batteri? Assolutamente no, è questo un mezzo come un altro per tenere vivo il nostro sistema immunitario!

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook