Cancro: 7 segnali da non sottovalutare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si è svolta ieri 4 febbraio la Giornata Mondiale per la lotta al cancro e se dal consueto rapporto annuale dell’American Cancer Society è emerso che di tumore si muore di meno, rimane il fatto che il cancro è ancora la malattia che determina più decessi al mondo.

Prevenzione e ricerca, ma anche stile di vita sano e una corretta alimentazione sono i fattori sui quali dobbiamo puntare per vincere la battaglia contro il cancro. Non dimenticate, insomma, di controllare periodicamente il peso corporeo e di fare una regolare attività fisica e consumate poche carni rosse e i suoi lavorati.

Secondo gli esperti dell’American Cancer Society, inoltre, non bisogna sottovalutare alcuni segnali che il corpo invia, che potrebbero indicare l’insorgenza di un tumore.

1. Perdita di peso repentina. Dipende dai soggetti, ma secondo gli studiosi americani, la perdita eccessiva di peso, che non consegue una dieta drastica, viene spesso identificato come possibile sintomo ignorato di un tumore;

2. stanchezza cronica: un senso di fatica e spossatezza mai appagato. Quello che c’è da analizzare in questo caso è se si tratta di sintomi mai apparsi prima, o è una stanchezza dovuta a fattori esterni come uno sport eccessivamente estenuante o un momento particolare al lavoro;

3. forti e continui dolori: secondo gli esperti, se, dopo aver assunto dei farmaci, i dolori continuano in maniera forte sarebbe meglio non sottovalutare la situazione;

4. noduli, nei o rigonfiamenti: spesso sono collegati al cancro al seno o ai testicoli. Se notate un tessuto adiposo accumulato sotto la pelle, andate subito da un medico. Inoltre, fate regolarmente uno screening dei vostri nei , controllate lentiggini o verruche, specie se accompagnate da prurito o se si trasformano in ferite che non guariscono;

5. urinare frequentemente o dolore alla minzione: occhio che potrebbe essere segno di un tumore alla vescica o alla prostata;

6. sangue nelle feci e diarrea frequente: fate analisi per un eventuale problema al colon-retto;

7. febbre di lunga durata: anche se lieve, se dura da parecchio non va trascurata, esattamente come tosse o raucedine. In più vanno monitorate e macchie bianche all’interno della bocca e sulla lingua, possibili indicatori di leucoplachia.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Tumori: 27 alimenti per la prevenzione del cancro

Tumori: 8 regole per prevenire il cancro

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook