L’Emilia-Romagna darà un contributo alle malate di tumore per acquistare parrucche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ammalarsi di tumore comporta inevitabili cambiamenti nel corpo fra i quali, spesso, la perdita dei capelli, che non reggono alle cure. E soprattutto per le donne, restare calve ha ripercussioni notevoli sullo stato psicofisico, perché se gli uomini sono più predisposti a vedersi senza capelli, per loro è decisamente diverso.

Ecco perché la Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha deciso di disporre un contributo di 400 euro a carico del Servizio Sanitario regionale, destinato all’acquisto di parrucche per le pazienti sottoposte a trattamenti chemioterapici o radioterapici dovuti a malattie oncologiche.

Il presidente Stefano Bonaccini a tal proposito ha affermato:

“Un aiuto per migliorare la qualità della vita”.

Mentre l’assessore Sergio Venturi ha dichiarato:

“Il valore del nostro sistema sanitario regionale passa anche attraverso misure come queste”.

Le donne che possono accedere al contributo, assegnato una tantum, devono risiedere in Emilia Romagna, e lo possono chiedere indipendentemente dall’Isee e dalla situazione reddituale.

Le richieste vanno indirizzate tramite appositi moduli all’Usl di residenza. Vanno anche allegati il certificato della patologia neoplastica e dell’alopecia comparse dopo i trattamenti radioterapici o chemioterapici nonché ricevuta di pagamento della parrucca. L’Azienda Usl, dopo aver verificato la regolarità dei documenti, accoglie le domande per procedere con l’erogazione del denaro.

La decisione è stata presa in seguito alla constatazione che molte pazienti oncologiche della regione perdono i capelli, basti pensare che nel solo 2019 si sono registrati circa 3.400 casi di possibile alopecia. Un problema che, come dicevamo, ha ripercussioni notevoli sulle donne dal punto di vista psicologico, e che non va quindi sottovalutato.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Fonte: RegioneEmiliaRomagna

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook