La pericolosa bufala del tampone per il Covid-19 che “buca la barriera ematoencefalica”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una bufala sta circolando in questi giorni sui social e Whatsapp e riguarda i tamponi per accertare la positività al coronavirus. Secondo il messaggio, infatti, il tampone sarebbe responsabile di rompere la barriera emetoencefalica del cervello.

Di fatto, chi si sottopone al test per rilevare il Covid-19 in realtà viene sottoposto a una sorta di vaccino:

Poiché i governi lo fanno di nascosto, possiamo solo presumere che si tratti di un vaccino anti-pop che VIENE SOMMINISTRATO SENZA LA NOSTRA CONOSCENZA O IL NOSTRO CONSENSO. A giudicare dalle promettenti proiezioni di riduzione della popolazione che sono state rilasciate di recente in numeri insolitamente elevati e con dichiarazioni senza precedenti, possiamo solo concludere che le loro proiezioni si basano sulla DEPOPULAZIONE DELLA VACCINAZIONE e che la vaccinazione viene fatta attraverso il naso, in modo che nessuno abbia la più pallida idea e possa rifiutare.

Sempre secondo il fantomatico messaggio di avviso, ci sarebbe il rischio che chi viene sottoposto al tampone

possa sviluppare il cancro più tardi nella vita o qualche brutta malattia del cervello, poiché il veleno che stanno introducendo nel nostro corpo attraverso il naso è molto vicino al cervello ed è senza dubbio progettato per bypassare la barriera emato-encefalica.

La bufala trova ampiamete posto su Facebook dove si parla addirittura di “bacchette”: il bastoncino del test introdotto nel naso ha il compito di rompere la barriera sanguigna ematoencefalica del cervello, affinché qualsiasi microbo possa penetrare nell’organismo attraverso i vasi sanguigni rotti.

Ipotesi davvero paradossale, smentita da Open che ha ricostruito il cammino della bufala messa in circolazione di recente da un noto canale complottista:

“Il 16 agosto 2020 il canale Youtube complottista Radio Greg pubblica un video dal titolo “State comprando il biglietto per un viaggio verso la morte” che inizia con l’immagine di quello che sembra essere la procedura del tampone diventato assai noto durante l’emergenza Covid-19″.

Inoltre, spiega Open, che il tampone è una stecca flessibile che difficilmente potrebbe perforare o rompere delle «barriere» nella cavità nasale arrivando addirittura alla barriera ematoencefalica. Esso infatti è fatto per essere spaccato a metà in un preciso punto di rottura.

E la barriera ematoencefalica? Non ha nulla a che vedere col tampone. Esso infatti viene inserito all’interno della rinofaringe ma la barriera ematoencefalica  è presente nella parte interna dei capillari e separa il cervello dal sangue.

“Ecco perché il video di Radio Greg inizia con una evidente buffonata” prosegue Open.

Come se non bastasse, la bufala non è originale ma riprende un post pubblicato su Facebook il 4 agosto:

False notizie che potrebbero essere davvero pericolose.

Fonti di riferimento: Open

LEGGI anche:

Coronavirus: anche in Italia arriva la bufala degli animali domestici infetti

No, lo zenzero bollito non cura il coronavirus! Anche Facebook censura la bufala

“Non autorizzo a isolare i miei figli”: ennesima fake news. Cosa accadrà davvero a scuola in caso di contagio da coronavirus

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook