@rido/123rf

Bonus terme: al via alle domande dall’8 novembre. In cosa consiste e come fare richiesta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Finalmente c’è una data per il bonus terme: l’agevolazione fino a 200 euro potrà essere richiesta a partire da giorno 8 novembre. Scopriamo in cosa consiste e come richiederlo

Dopo settimane di attesa, è stata resa nota la data a partire dalla quale si potrà usufruire del bonus terme, il nuovo incentivo previsto dal ministero dello Sviluppo economico (MISE), finalizzato a sostenere l’acquisto da parte dei cittadini di servizi termali presso stabilimenti termali accreditati.

Si tratta di uno sconto del 100% sul prezzo di acquisto dei servizi termali prescelti, fino a un importo massimo di 200 euro. Se il costo del servizio supera il tetto massimo del bonus, la parte eccedente sarà a carico del cittadino. 

Diversamente da altri tipi di incentivi stanziati dal Governo in questi mesi di pandemia che prevedono limitazioni economiche (come ad esempio il Bonus vacanze), il Bonus terme è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni e residenti nel nostro Paese, senza limiti di ISEE e senza limiti legati al nucleo familiare.

L’unico vincolo per il suo utilizzo è il fatto che questo va utilizzato in un’unica volta, senza possibilità di ripartirlo in più servizi.

Leggi anche: Bonus Vacanze 2021 “potenziato”: sconti anche in agenzie di viaggio

Come funziona il bonus

Il Bonus consisterà in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali prescelti, fino ad un importo massimo di 200 euro. L’incentivo sarà disponibile a partire dalla pubblicazione dell’avviso di apertura delle prenotazioni, che sarà pubblicato sui siti del ministero e di Invitalia, fino all’esaurimento delle risorse.

Come richiedere l’agevolazione

I cittadini potranno richiedere il bonus, a partire dall’8 novembre, rivolgendosi direttamente agli istituti termali accreditati, il cui elenco verrà pubblicato e puntualmente aggiornato sul sito del MiSE e sulla sezione dedicata del sito Invitalia (soggetto gestore della misura).

Chi è interessato dovrà prenotare i servizi termali presso uno stabilimento termale accreditato di sua scelta. L’elenco degli stabilimenti termali accreditati sarà pubblicato sui siti internet del Ministero e di Invitalia.

La prenotazione dovrà essere effettuata presso lo stabilimento termale prescelto, che provvederà a rilasciare l’attestato di prenotazione. La prenotazione avrà un termine di validità di 60 giorni dalla sua emissione. I servizi prenotati dovranno quindi essere usufruiti entro tale termine. L’ente termale presso il quale il cittadino ha fruito i servizi termali provvederà a richiedere a Invitalia, mediante apposita piattaforma informatica, il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Ministero dello Sviluppo economico

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook