Bonus occhiali da vista e lentine: requisiti e a quanto ammonta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un aiuto economico per le famiglie in difficoltà, dedicato all’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto. E’ il bonus occhiali, un importo pari a 50 euro da spendere per occhiali da vista e lentine.

Uno degli emendamenti del dl Rilancio in esame alla Camera e presentato il 16 giugno punta ad aiutare anche chi ha difficoltà visiva. E in questo periodo di ristrettezze economiche legate al coronavirus, anche questa spesa per alcune famiglie potrebbe risultare complicata da gestire.

Chi ne ha diritto e come funziona

L’emendamento 23.021, che però non è stato ancora approvato, è destinato alle famiglie con ISEE non superiore a 15mila euro annui. In questi casi, per l’acquisto di occhiali e lentine nel 2020 si potrà beneficiare di un contributo una tantum, ossia un bonus unico, pari a 50€ sotto forma di voucher.

“Al fine di tutelare della salute della vista, anche in considerazione delle difficoltà economiche conseguenti all’emergenza epidemiologica COVID-19, in favore dei membri di nuclei familiari in una condizione economica corrispondente ad un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 15.000 euro annui, stabilito ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, è riconosciuto per l’anno 2020 un contributo in forma di «voucher» una tantum di importo pari a 50 euro, per l’acquisto di occhiali da vista ovvero lenti a contatto correttive” si legge nell’emendamento.

Così pensato, esso sarebbe un vero e proprio buono sconto, non un credito d’imposta da utilizzare e recuperate tramite la dichiarazione dei redditi dell’anno successivo. Lo sconto verrebbe applicata direttamente sul prezzo d’acquisto.

E’ ancora presto per sapere se e quando si potrà richiedere il bonus occhiali da vista.

In primo luogo, l’emendamento deve essere approvato dalle Camere e dovrà essere inserito nel testo definitivo di conversione in legge del Decreto rilancio.

Ma non è finita. Allora sarà necessario un ulteriore decreto attuativo, probabilmente interministeriale, visto che la misura coinvolge sia il ministero della Salute che quello dell’Economia per le coperture finanziarie.

Una volta redatto, il decreto attuativo dovrà anche stabilire tempi e modalità per richiedere il bonus occhiali da vista e lenti a contatto.

Fonti di riferimento: Camera dei Deputati

LEGGI anche:

Bonus baby sitter e centri estivi, già esauriti i fondi? E in molti hanno compilato la domanda sbagliata

Animal social bonus: la proposta di un contributo fino a 200 euro per aiutare le famiglie con gatti e cani

Bonus vacanze 2020: requisiti, come funziona e cosa iniziarare a fare già da ora per ottenere la tax credit

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook