Elisir di eterna giovinezza: arriva Basis, la pillola dei Nobel. Ma serve davvero?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il suo nome è Basis e promette longevità. Camuffato da pillola, l’elisir di eterna giovinezza sarebbe ora rinchiuso in un integratore messo a punto da un parterre di premi Nobel ed introdotto già sul mercato (quello statunitense e solo online). Una nuova formula – chimica – che avrebbe dalla sua il fatto di promettere il miracolo che tutti cercano: non invecchiare mai.

A promuoverla sono stati cinque Nobel, tra i quali Martin Karplus, vincitore del premio per la Chimica nel 2013, e a mettere a punto la formula è stata la Elysium Health, start-up creata da un ex professore dell’Istituto di Boston, Leonard Guarente, il quale, convinto che è quasi impossibile dimostrare in un periodo di tempo ragionevole che i farmaci che estendono la durata della vita possano davvero avere effetti, ha pensato bene di “impacchettare la ricerca all’avanguardia in un prodotto da banco, come i cosiddetti nutraceutici, che non richiedono studi clinici o approvazione da parte della FDA“. E così è nata Basis.

Bella idea, insomma: tu ti prendi una pillola che in ogni caso non dà alcuna garanzia che ti terrà effettivamente giovane. E cosa contiene? Pare si tratti di un precursore chimico della nicotinamide adenin dinucleotide o Nad, un composto che le cellule usano nei processi coinvolti nel metabolismo. Con esso, secondo i luminari del composto, si dovrebbero provocare nell’organismo gli stessi effetti di una dieta con poche calorie, uno dei modi per vivere più a lungo.

Con l’avanzare dell’età, i livelli di Nad negli animali e nell’uomo si riducono, per cui l’intuizione degli studiosi sarebbe quella di rimpiazzare artificialmente quello che si perde. La pillola costa 60 dollari al mese e secondo i ricercatori andrebbe presa due volte al giorno tutti i giorni.

Insomma, per rimanere giovani a lungo si pensa di tutto, come se ormai invecchiare fosse una colpa o un tabù, una cosa che manco a parlarne. Se la chirurgia estetica continua a promettere altri volti rispetto a quelli che il tempo ci assegna, presto sarà anche il turno di medicinali pronti a fare di più (forse) col minimo sforzo.

Resta ad ognuno di noi la scelta se imbottirci o no (anche) di roba chimica per mostrare qualche anno in meno. Ma resta anche il fatto che una dieta sana, tanto movimento e tanta tanta positività sono e saranno sempre i miglior elisir di lunga vita!

Germana Carillo

LEGGI anche:

Cibo crudo: l’elisir d’eterna giovinezza di Susan Reynolds

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook