Bagno detox: 5 ricette per disintossicarsi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se vogliamo favorire la depurazione del corpo dobbiamo per prima cosa bere molto e mangiare bene. Possiamo però aiutarci anche con dei bagni detox che sfruttano il calore dell’acqua e utilizzano ingredienti naturali dal potere disintossicante.

Non tutti sanno che la pelle è l’organo più esteso del corpo, cosa che invece dovremmo tenere bene a mente anche quando vogliamo favorire il detox. Immergerci in una bella vasca piena di acqua calda può essere un modo per rilassarsi dopo una giornata faticosa ma anche un piacevole sistema per favorire l’eliminazione delle tossine tramite la pelle. Questa soluzione naturale può ricaricarci di energia, accelerare il processo di recupero da raffreddore, influenza e tosse, alleviare irritazioni cutanee, diminuire i dolori, migliorare la circolazione e rilassare la mente e il corpo.

Ma cosa succede esattamente durante un bagno detox? La temperatura calda dell’acqua dilata i pori e porta le tossine sulla superficie della pelle. Quando l’acqua inizia a raffreddarsi le tossine passano invece dal corpo all’acqua. Se poi si utilizzano ingredienti particolari questi aiuteranno il processo depurativo penetrando nei pori della pelle nella prima fase del bagno detox.

Ingredienti per un bagno detox

Ovviamente per favorire la depurazione è necessario servirsi esclusivamente di ingredienti naturali e puri al 100% eliminando qualsiasi prodotto per il bagno in cui sono presenti componenti chimici. Tra questi particolarmente indicati sono:

Questi ingredienti si possono mescolare a piacimento e secondo le esigenze per realizzare un bagno detox di cui godere almeno una volta a settimana. Vi presentiamo adesso 5 ricette particolarmente efficaci.

Bagno all’aceto di mele

aceto di mele

Versate nella vasca riempita di acqua calda 2 tazze di aceto di mele e 5-7 gocce di un olio essenziale a scelta (se lo gradite). La temperatura del bagno dovrebbe essere calda al massimo della propria tollerabilità (non dovete naturalmente bruciarvi!), non va però mai aggiunta nel corso del bagno. Rilassatevi e godetevi il trattamento per circa 30 minuti, una volta alla settimana. Trascorso il tempo asciugatevi così come siete senza farvi prima la doccia.

Bagno ai Sali di Epsom

sale di epsom sale inglese

Utilizzate per il vostro bagno 2 tazze di Sali di Epsom e 5-7 gocce di un olio essenziale a scelta (opzionale). Il resto delle indicazioni sono uguali a quelle del bagno precedente: la temperatura dell’acqua dovrebbe essere calda al massimo della propria tollerabilità e non bisogna mai aggiungere ulteriore acqua calda una volta immersi. Rilassatevi nel bagno per circa 30 minuti una volta alla settimana e, trascorso il tempo, asciugatevi senza prima risciacquare.

Bagno al sale marino o himalayano

sale himalaya

Per provare questo bagno vi occorreranno 2 tazze di sale marino o sale rosa dell’Himalaya e 5-7 gocce del vostro olio essenziale preferito (se lo gradite). L’acqua deve essere molto calda e non va mai aggiunta nuovamente una volta immersi nel bagno. Rimanete immersi per circa 30 minuti una volta a settimana. Trascorso il tempo uscite e asciugatevi senza prima fare la doccia.

Bagno al bicarbonato di sodio

bicarbonato di sodio

Sciogliete in acqua molto calda (al massimo della vostra tollerabilità) 2 tazze di bicarbonato di sodio e rilassatevi all’interno per 30 minuti una volta a settimana. Anche in questo caso è importante non aggiungere mai acqua calda in più una volta entrati nella vasca e infine asciugarsi senza risciacquare.

Bagno al sale, bicarbonato e Sali di Epsom

Questo bagno prevede un mix degli ingredienti utilizzati nelle ricette precedenti. Mescolare Sali di Epsom, sale himalayano o marino e bicarbonato aumenta l’effetto rilassante e disintossicante del trattamento. Utilizzate dunque 1 tazza di Sali di Epsom, 1 tazza di sale marino o himalayano, 1 tazza di bicarbonato di sodio e se volete aggiungete 5-7 gocce di un olio essenziale a scelta. Rimanente immersi per 30 minuti.

Un ultimo consiglio

Trascorso il tempo del bagno alzatevi lentamente dalla vasca per evitare giramenti di testa e bevete un bicchiere d’acqua. Ricordatevi che è meglio fare un bagno detox la sera dato che si tratta di una pratica rilassante che favorisce il sonno.

Controindicazioni

Se siete in stato di gravidanza, soffrite di diabete, avete pressione alta o qualsiasi altro problema di salute consultate il medico prima di procedere ad un bagno detox.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook