Decine di bambini ricoverati in Russia per avvelenamento di massa con i vapori di cloro nella piscina

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In una piscina in Russia, probabilmente un errore umano, ha portato ad un avvelenamento di massa. 32 le persone intossicate dal troppo cloro e finite in ospedale, tra cui anche diversi bambini.

Il 7 dicembre nella piscina del centro sportivo Dynamo ad Astrakhan, una delle principali città della parte meridionale della Russia europea, si è verificato un massiccio avvelenamento da cloro.

Secondo i resoconti dei media locali, la mattina un impiegato addetto alle pulizie ha confuso i prodotti chimici, versando un liquido contenente cloro ad altissimi livelli nel sistema della piscina. A causa di questo, tutti i visitatori si sono sentiti male.

@Russian Investigative Committee

Il forte odore di candeggina è arrivato persino in strada, accanto al complesso sportivo, e all’interno dell’edificio gli agenti che hanno prestato soccorso indossando tute protettive.

 

Secondo i soccorritori, adulti e bambini, di età compresa tra i 4 e i 12 anni, hanno cercato di nascondersi dai fumi tossici in una stanza accanto alla piscina, ma questo non li ha aiutati. Quindi sono saliti al terzo piano dell’edificio, da dove sono riusciti ad uscire una volta arrivati i soccorsi.

Al momento, sono 32 le vittime di avvelenamento di massa con vapori di cloro nella piscina“, hanno detto i rappresentanti del ministero della sanità regionale. Si tratta di 12 adulti in condizioni stabili e 20 bambini in stato di moderata gravità (alcuni sono stati in terapia intensiva ma ne sono già usciti). Fortunatamente non rischiano la vita.

@ TASS/ Getty Images

A finire in ospedale anche il capo del ministero della Salute della regione di Astrakhan, Alexei Spirin, che aveva preso parte all’evacuazione di bambini dalla piscina e respirato i veleni tossici che circolavano all’interno del centro sportivo.

Sembra che la concentrazione di cloro rilevata nella piscina fosse circa 25 volte il massimo consentito.  Sono ovviamente in corso le indagini e la piscina è stata chiusa almeno fino a fine anno.

Fonti: Kp.ru/kaspyinfo

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook