Autismo e vaccini: nessun nesso per i giudici di Bologna, ribaltata sentenza del 2012

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Autismo e vaccini, per i tribunali non esistono correlazioni. Ribaltata la sentenza che aveva stabilito un nesso tra vaccini e comparsa dell’autismo. I giudici della Corte d’Appello di Bologna hanno negato la correlazione messa in luce dalla sentenza del tribunale di Rimini emessa nel 2012.

Secondo la Corte d’Appello di Bologna non esiste nessun nesso tra la somministrazione del vaccino per il morbillo e l’autismo. La sentenza emessa dal Tribunale di Rimini nel 2012 aveva condannato il Ministero della Salute a risarcire la famiglia coinvolta con una somma di 200 mila euro.

Il bambino era stato vaccinato per il morbillo presso la Ausl e successivamente gli era stato diagnosticato l’autismo. Si tratta di un tema molto delicato e la decisione dei giudici di Bologna ora di certo riaprirà le discussioni in proposito.

Nella sentenza del tribunale di Rimini si diceva che il disturbo autistico è riconducibile con ragionevole probabilità scientifica alla somministrazione del vaccino Mpr. Ora secondo la Corte d’Appello di Bologna non esistono prove sufficienti per confermare il legame tra autismo e vaccini.

In particolare, secondo il perito la sentenza del tribunale di Rimini si basava su studi irrilevanti per la comunità scientifica. Si trattava dunque di una sentenza non supportata da prove scientifiche sufficientemente valide?

Pare che tra gli studi citati nella sentenza vi fosse anche un articolo di Andrew Wakefield, un medico inglese ora radiato dall’ordine per aver pubblicato uno studio poi considerato una vera e propria frode.

Il consulente tecnico scientifico che ora si è occupato di rivalutare la sentenza ritiene che nella storia clinica del bambino coinvolto non esista una correlazione oggettiva temporale tra la progressiva comparsa dei disturbi della sfera autistica e il vaccino Mpr. Vi è solo un fatto, cioè che i due eventi siano avvenuti l’uno dopo l’altro, ma ciò non è ritenuto sufficiente a metterli in relazione.

La sentenza di primo grado aveva stabilito che l’autismo non poteva che essere dovuto al vaccino, in assenza di altre cause. Ma ora la Corte di Appello ha considerato questa affermazione come priva di logica oltre che di basi scientifiche.

Autismo e vaccini, dunque, non sono correlati? Esiste una domanda ancora più importante: quali sono le reali cause dell’autismo?

Marta Albè

Leggi anche:

Autismo, colpa dei vaccini? Risarcimento dal Ministero della Salute per un bambino malato

Vaccino trivalente, autismo e diabete: la procura di Trani apre un’inchiesta

Vaccino esavalente: su richiesta del Codacons la procura di Torino apre un’indagine

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook