@123rf/ dolgachov

Attenzione agli integratori acquistati online: un’inchiesta inglese svela che in rete circolano sostanze vietate e pericolose

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Acquistate spesso integratori online per dimagrire? Meglio fare attenzione! Secondo un’inchiesta dell’associazione dei consumatori inglesi Which?, alcuni di questi prodotti contengono sostanze pericolose. Che possono persino indurre ictus e infarti.

Which? ha analizzato numerosi integratori per la perdita di peso o per potenziare l’allenamento, trovati su eBay, Wish e AliExpress, contenenti yohimbina e sinefrina, due ingredienti che l’agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) definisce potenzialmente pericolose se usate senza controllo o consulenza medica. 

Anche secondo il dottor James Coulson, esperto di tossicologia intervistato da Which?, entrambe sono potenzialmente pericolose. Possono causare agitazione, aggressività, nausea e aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, e peggio ancora, se assunte in dosi elevate, -possono danneggiare il cuore e i reni, a volte in modo permanente, e portare a ictus e infarto. –

Se la yohimbina deriva dalla corteccia di un albero che si trova in alcune parti dell’Africa, ma la sua vendita è vietata nel Regno Unito a meno che non venga acquistata presso un farmacista, la sinefrina è una sostanza farmacologicamente attiva derivata dall’estratto di arancia amara, spiega Which?.

I prodotti finiti contenenti entrambe le sostanze, secondo un portavoce dell’MHRA, soddisfano “la definizione di medicinale” e nel Regno Unito la loro vendita non dovrebbe essere regolarmente disponibile. Ciò nonostante, Which? è riuscito ad acquistare sui siti indicati nove prodotti contenenti yohimbina o sinefrina, e due di essi non riportavano nemmeno avvertenze sulla salute e informazioni relative ai dosaggi. 

eBay, Wish.com e AliExpress, dopo essere stati contattati da Which?, hanno dichiarato che avrebbero rimosso i prodotti in vendita. Ma l’indagine ha messo in luce un panorama preoccupante perché evidentemente non ci sono ancora sufficienti controlli da parte dei mercati online. 

Attualmente, spiega Which?, – la responsabilità spetta ai venditori di terze parti su questi siti, ma non sembra che siano state intraprese azioni di contrasto adeguate per fermare la vendita di integratori e medicinali potenzialmente pericolosi per i consumatori del Regno Unito. –

Sue Davies, responsabile della politica di tutela dei consumatori di Which?, ha dichiarato:

È preoccupante che la nostra indagine abbia rivelato che questi integratori dimagranti contenenti ingredienti potenzialmente pericolosi sono facilmente disponibili sui mercati online. La regolamentazione limitata di questi siti non funziona e questo lascia le persone esposte a sostanze che possono essere dannose. I mercati online devono avere una maggiore responsabilità legale per la sicurezza dei prodotti venduti sui loro siti, in modo che gli acquirenti siano maggiormente protetti. Le autorità di regolamentazione devono anche essere più proattive nel vigilare sui prodotti potenzialmente pericolosi messi in vendita su questi siti, che stanno diventando luoghi sempre più popolari per fare acquisti.

La prossima volta che vorrete acquistare un integratore online, prestate attenzione!

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

FONTE: Which

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook