Anche annusare il cibo fa ingrassare

Anche annusare il cibo fa ingrassare

Spesso chi sta a dieta sostiene scherzosamente di ingrassare anche solo annusando del buon cibo. Quello che fino ad oggi era un simpatico modo di dire si è trasformato improvvisamente in una realtà scientifica!

Chi ama mangiare lo fa utilizzando non solo il gusto ma anche gli altri sensi. L’olfatto gioca indubbiamente un ruolo fondamentale: “fiutare” il profumo del cibo ci fa pregustare le delizie che ci aspettano. Arriva però oggi un’amara sorpresa: l’odore del cibo fa ingrassare!

A dirlo è un team di ricerca dell’University of California che ha realizzato uno studio scoprendo che anche l’olfatto contribuisce a far mettere su i chili. La ricerca, realizzata purtroppo su animali, ha analizzato quello che accadeva ad alcuni topi relativamente alla perdita di peso.

Ad un gruppo di topi obesi è stato azzerato il senso dell’olfatto gli altri due gruppi, invece, avevano rispettivamente un olfatto normale e un olfatto super sviluppato. Si è visto così che i topi che non potevano percepire gli odori perdevano peso rispetto agli altri a parità di calorie ingerite (tutti i gruppi seguivano una dieta ad alta percentuale di grassi). Gli altri invece, ovvero quelli che avevano l’olfatto ancora sviluppato, ingrassavano ulteriormente. I topi che percepivano maggiormente gli odori erano alla fine dell’esperimento ancora più grassi di quelli normali.

Secondo la teoria che nasce da questi risultati, annusare i cibi spingerebbe il corpo a conservare le calorie e non a bruciarle. Gli esperti ritengono che questo studio potrebbe fare da apripista per ulteriori ricerche (questa volta compiute su umani) utili a capire se effettivamente, spegnere l’olfatto, possa essere un modo per aiutare le persone a perdere peso.

“Questo documento è uno dei primi studi che veramente dimostra che se manipoliamo l’olfatto possiamo in effetti alterare il modo in cui il cervello percepisce l’equilibrio energetico e come lo regola”, ha affermato Céline Riera, del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles .

Uno dei ricercatori, Andrew Dillin, sostiene inoltre che una volta confermato anche negli esseri umani il legame tra percezione degli odori e gestione del metabolismo questo potrebbe portare alla produzione di un farmaco che possa favorire la perdita di peso evitando però di limitare il senso dell’olfatto.

Sui meccanismi e le situazioni insolite che possono farvi ingrassare leggete anche:

Lo studio, pubblicato su Cell Metabolism, può servire inoltre come punto di partenza per analizzare i meccanismi che sono alla base di disturbi alimentari come anoressia, bulimia e obesità.

Francesca Biagioli

Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook