Foto di Marce Garal da Pixabay

Aloe Vera: i sorprendenti usi (avallati dalla scienza) che non ti aspetti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Aloe Vera è conosciuta per le sue proprietà benefiche, il gel viene utilizzato per trattare ustioni, psoriasi, abrasioni e varie malattie cutanee, il succo viene spesso impiegato come disintossicante. Ma esistono anche degli usi alternativi del tutto inaspettati dimostrati dalla scienza. 

Mantiene i prodotti freschi

Una ricerca del 2014 pubblicata dalla Cambridge University Press ha dimostrato che il gel di aloe potrebbe aiutare a mantenere fresche frutta e verdura a lungo, senza bisogno di ricorrere a nient’altro. Lo studio aveva infatti preso in esame delle piante di pomodoro ricoperte di gel, che aveva contribuito a bloccare la crescita di batteri nocivi. 

Aiuta a trattare le afte

Uno studio ha dimostrato che l’aloe vera aiuta a trattare le afte dopo aver preso in esame 180 persone che soffrivano di afte ricorrenti. Ai soggetti è stato applicato un cerotto all’aloe vera sull’area per 7 giorni, che si è rivelato efficace nel ridurre le dimensioni delle afte. 

Un altro studio ha dimostrato che il gel di aloe vera non solo accelera la guarigione delle afte ma riduce anche il dolore ad esse associato.

È un ottimo collutorio alternativo

L’estratto di aloe vera a quanto pare è un ottimo collutorio naturale, merito di una buona dose di vitamina C che blocca la placca. Inoltre l’aloe fornisce sollievo in caso di gengive sanguinanti o gonfie. A dimostrarlo uno studio del 2014 pubblicato sull’Ethiopian Journal of Health Sciences.

Mantiene la pelle pulita e idratata

L’aloe vera viene utilizzato in ambito cosmetico come idratante per il viso dato che le sue foglie immagazzinano molta acqua e combinate con composti vegetali speciali, si rivelano molto efficaci da questo punto di vista. 

Previene le rughe

Uno studio del 2009 ha somministrato per via orale, a 30 donne di età superiore ai 45 anni, del gel di aloe vera per un periodo di 90 giorni. Il risultato? Il gel ha aumentato la produzione di collagene e migliorato l’elasticità della pelle dimostrandosi un efficace rimedio per prevenire la formazione delle rughe. 

Ha il potenziale per combattere il cancro al seno

Secondo uno studio pubblicato su Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine, l’aloe emodina, un composto presente nelle foglie dell’aloe, ha proprietà terapeutiche molto spiccate. A tal punto che secondo gli autori la pianta ha il potenziale per rallentare la crescita del cancro al seno. Tuttavia occorrono studi ulteriori per confermare i promettenti risultati. 

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook