Allergia al pelo del gatto: il rischio aumenta da adulti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se decidete di adottare un gatto da adulti, potreste rischiare più facilmente di sviluppare una reazione allergica. È quanto rivela uno studio pubblicato dalla rivista scientifica “Journal of Allergy and Clinical Immunology”, firmato da Giuseppe Verlato, professore dell’Università degli Studi di Verona. Il rischio sarebbe raddoppiato nel caso in cui si sia già vittime di altre forme di allergia respiratoria.

Mentre per i bambini la presenza di un cucciolo tra le mura domestiche aiuterebbe aprevenire la possibilità di sviluppare una reazione avversa al pelo dei felini, i soggetti adulti, in particolare coloro che soffrono di fenomeni allergici legati ad altri fattori, dovrebbero cercare di ponderare nella maniera migliore la decisione di adottare un gatto per la salvaguardia della propria salute, soprattutto nel caso si soffra di sintomi allergici gravi.

Il fatto che il rischio di sensibilizzazione nei confronti del pelo del gatto aumenti in età adulta è stato messo in luce attraverso un’indagine volta a monitorare le condizioni di salute a livello respiratorio dei cittadini della Comunità Europea. Si tratta di uno studio approfondito, condotto nel corso degli anni ’90, nel quale gli studiosi sii sono occupati di monitorare i livelli di Immunoglobulina E, specifico anticorpo rilasciato dall’organismo nel momento in cui esso entra in contatto con il pelo del gatto.

La ricerca ha coinvolto oltre 6000 soggetti adulti, di età compresa tra i 20 e i 44 anni, evidenziando come coloro che avevano alle spalle una storia clinica che presentasse episodi allergici legati alla comparsa di eczemi, crisi asmatiche ed altri fenomeni respiratori, avessero avuto le probabilità maggiori di sviluppare una nuova allergia, la cui insorgenza è tanto più frequente quanto più si rivela prolungato il contatto diretto con il proprio gatto nella vita quotidiana.

La nostra raccomandazione è dunque quella di non dimenticare di tenere conto delle proprie effettive condizioni di salute prima di decidere di adottare un gatto, alla cui vicinanza si potrebbe dover rinunciare a causa dell’insorgenza di un’allergia. Non dimenticate che gli animali domestici necessitano della nostra presenza costante e delle nostre cure, che non potremmo offrire loro al meglio nel caso la loro presenza incutesse in noi una vera e propria sofferenza fisica. Amare gli animali significa offrire loro le condizioni di vita migliori, e se ciò non fosse possibile, rinunciamo, seppur a malincuore, alla loro compagnia.

Marta Albè

Tutto quello che dovete sapere prima di adottare un gatto per assicurargli una vita felice

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook